Archive

Posts Tagged ‘News’

Segui le Olimpiadi di Pechino 2008 con i gadget di Google

agosto 9, 2008 2 commenti

Google ha creato una pagina con gadget e news per seguire le Olimpiadi di Pechino 2008.

Nella pagina sarà presente un gadget di aggiornamento di eventi e medagliere da mettere sul proprio iGoogle, un aggregatore di news da Google news e soprattutto il “Vivi i Giochi da vicino con Google Maps”: un’applicazione con informazioni e visualizzazioni dal satellite e anche con Google Earth dei luoghi dove si svolgono i giochi.

Niente di speciale a parte la carrellata di immagini suggestive, tuttavia merita di essere visitato.
Comunque merita un giro.

Fonte: bloggiando

News dal Dev-Team: sblocco iPhone 3G, YESSIM, Installer 4 e Firmware 2.1b2

Nello stesso post in cui sono stati pubblicati i due screenshot di Installer 4 di cui abbiamo parlato nell’articolo precedente, il Dev-Team ha fatto anche il punto della situazione, spiegando nel dettaglio che cosa li ha impegnati nell’ultima settimana.ananas dev team iphone

Ora che quasi tutti i membri hanno un iPhone 3G, i carichi di lavoro sono stati suddivisi in modo più equilibrato, permettendo quindi di ottenere risultati migliori.

A causa del continuo ripetere delle procedure di downgrade, riprino e upgrade, il Dev-Team ha dovuto trovare un modo di evitare un brick ad ogni operazione. Ci sono riusciti svuotando le tabelle Wi-Fi e le seczones in modo da poter creare delle copie di backup. In questo modo possono lavorare più liberamente, poichè è possibile fare un ripristino totale in ogni momento.

Tutto questo ha come obiettivo l’unlock dell’iPhone 3G. Non sono ancora in grado di dirci se e quando l’operazione sarà eseguita con successo, ma sicuramente ci terranno aggiornati sullo status del loro lavoro.

Il Dev-Team ha anche osservato il proliferare di (presunti) metodi di sblocco con modifiche alla SIM (attraverso appositi chip da applicare alle stesse card, ossia le YESSIM et similia) oppure con modifiche hardware (PCB saldato nel telefono). Ricordando che sono procedure illegali nella maggior parte dei paesi, poichè ‘imbrogliano’ nell’accesso ai network GSM e UMTS, il Dev-Team sconsiglia fortemente di ricorrere a questi metodi.

Sugli screenshot di Installer 4 commentano dicendo che non si conosce ancora la data di uscita ufficiale, ma che di certo non bisogna aspettarsi che avvenga nei prossimi giorni, ma sicuramente entro alcune di settimane. Insomma, non ci dicono nulla di nuovo, in realtà.

Il Dev-Team sta ovviamente lavorando anche allo sblocco e jailbreak del nuovo Firmware 2.1b2. Per ora sono riusciti a completare lo sblocco e il jailbreak per quanto riguarda gli iPhone 2G, e solo il jailbreak (ovviamente) per quanto riguarda gli iPhone 3G. Lo sblocco sarà reso pubblico a breve.

Fonte: iphoneitalia

Tuor guidati e News Iphone 3G

luglio 10, 2008 1 commento

Dopo il Tour guidato uscito qualche giorna fa dalla Apple (con la possibilità anche di scaricarlo in un formato grande ed in un formato per Ipod); arriva un’altra recenzione videa da parte de “il giornale”.

Credo che a questo punto abbiamo abbastanza materiale a disposizione.

Qui il video Apple;

Qui quello de “il Giornale”

News

Aperto App Store (il portale con oltre 500 applicazioni)

iPhone 3G dissezionato in anteprima! (da appletribu)

iPhone firmware 2.0 sbloccato dal DevTeam (fonte theapplelounge)

News 11-07

Articolo da punto-informatico sull’era dell’Iphone 3G QUI

Articolo di Repubblica che parla sopratutto delle code per il gioiellino apple QUI

Articolo di oneapple (network di oneblog) che parla della protesta per le tariffe Vodafone e TIM. QUI

Mentre su appletribù parla del Firmware 2.0 per l’Iphone EDGE. QUI

Questo è il primo iPhone 3G fuori dalla sua confezione?

Un post su iPhonePortugal ha svelato alcune foto di quello che dichiarano essere il primo iPhone 3G fuori dalla sua confezione. Pare che questa sia la versione da 8GB e certamente l’asapetto è quello, con il suo retro arrotondato macchiato dalle impronte digitali. Anche la confezione è abbastanza convincente. In più, gli spinotti dell’alimentatore sono quelli rotondi che usiamo qui in Europa.

E’ davvero l’iPhone 3G? Non intendiamo pronunciarci in maniera ufficiale, lasciamo che a decidere siate voi. Guardate le altre foto che includono anche il tanto chiacchierato strumento per l’espulsione della sim.

Fonte: Gizmodo (dove si possono vedere altre foto)

I Prezzi dell’iPhone 3G in abbonamento con TIM

Non è affatto una buona notizia anzi…… per saperne di più continuate a leggere dalla fonte (ispazio)

Indiscrezioni Asus EeePC

Dal sito Gizmodo si dice che probabilmente l’Eee PC: il 901 e il 1000 sono in uscita per l’8 luglio.

L’articolo spiega che non è una notizia di prima mano e che non arriva da Asus ma da Liliputing, e che si dovrebbero rilasciare entrambi gli Eee PC basati su Atom, il 901 e il 1000.

Mentre sul sito tuxjournal, si vocifera che il nuovo EeePC non avrà più Xandros come sistema operativo ma che possa essere la volta di Debian. Infatti, l’articolo continua dicendo che un messaggio apparso sulla mailing list degli sviluppatori della versione Eee PC della storica distribuzione lascia ben poco spazio all’immaginazione. Ed ancora che all’Asus si voglia una collaborazione con gli sviluppatori della nota distribuzione.

Ancora da eeepc.it si conferma quanto sopra e da qui si è presa questa parte della discussione dalla ML Debian:

I just received an encouraging note from Ellis Wang of Asus in Taiwan following up on Martin Michlmayr’s suggestions to Asus about how they could work more closely with the Debian community[0]. Ellis has assigned Robert Huang the task of putting a working relationship in
place between Asus and Debian, with backup provided by five other Asus employees.
At Martin’s suggestion, I am preparing a brief status report to Robert and his team. It would help if anyone currently working on Debian Eee PC to review and update our todo so that it accurately reflects anything you are working on, plan to work on, or believe needs
attention by our team: http://wiki.debian.org/DebianEeePC/Todo

Thanks,
Ben

Ubuntu sta nel palmo di una mano

Dopo aver conquistato i desktop Linux di fascia consumer, Ubuntu ambisce ora a diventare il sistema operativo di riferimento per i MID (Mobile Internet Device), un termine coniato da Intel per identificare una nuova generazione di dispositivi mobili compatti, dotati di connettività Internet e funzionalità multimediali avanzate, a metà strada tra uno smartphone e un UMPC.

Nato dal progetto open source Ubuntu Mobile and Embedded, a cui ha partecipato anche Intel, la nuova Ubuntu MID Edition deriva dall’edizione desktop di Ubuntu, con cui condivide il numero di versione 8.04. Questa nuova distro promette “Internet e multimedia senza compromessi”. Come? Con il pieno supporto al Web 2.0 (AJAX, Flash, Java ecc.), che permette di utilizzare siti come YouTube, Facebook, MySpace e Dailymotion; con il supporto a WiFi, reti mobili 3G, Bluetooth, GPS e WiMAX; e con l’inclusione di tutto il software necessario per riprodurre video e musica, vedere e organizzare foto, gestire cam, sintonizzatori TV e mappe per la navigazione satellitare.

Il browser web si basa sul motore open source Mozilla Gecko, lo stesso alla base di Firefox, ed è ottimizzato per la visualizzazione delle pagine web su dispositivi con schermi tra i 4 e i 7 pollici di diagonale. L’infrastruttura multimediale poggia invece su Moblin Media, uno dei componenti della piattaforma mobile open source Moblin, sponsorizzata da Intel.

Oltre che di browser e player multimediale, la mini distribuzione sponsorizzata da Canonical è corredata di programmi per le email, la messaggistica istantanea, il VoIP, il divertimento (giochi 2D e 3D) e l’organizzazione di impegni, appuntamenti e contatti. Trattandosi di Linux, l’utente sarà inoltre libero di installare un gran numero di applicazioni aggiuntive, sia manualmente che avvalendosi del gestore di pacchetti integrato. Gli sviluppatori tengono a sottolineare che tutte le applicazioni utilizzate da Ubuntu MID sono open source e liberamente ridistribuibili.

Come ci si può aspettare da un sistema operativo mobile, Ubuntu MID supporta i display sensibili al tocco, ed è ottimizzato per l’uso delle dita: l’interfaccia, basata su GNOME, supporta le gestures e lo scrolling inerziale “alla iPhone”, ma per il momento snobba il multi-touch.

Attualmente Ubuntu MID è in grado di girare su due soli dispositivi: il Samsung Q1, basato sull’attuale piattaforma Intel McCaslin, e la stazione di sviluppo Intel Crown Beach, basata invece sulla futura piattaforma Intel Menlow. McCaslin è anche nota come Ultra Mobile Platform 2007, ed è una piattaforma per UMPC che utilizza i processori A100 e A110 di Intel. Menlow rappresenta il successore di McCaslin, ed utilizzerà i neonati processori Atom. Chi non dispone di questi dispositivi può scaricare Ubuntu MID nel formato immagine KVM, che ne consente l’utilizzo su di un PC Linux all’interno di una macchina virtuale.

Sebbene Ubuntu MID possa essere installata, in taluni casi e sui device compatibili, anche dagli utenti finali, il suo principale target è rappresentato dai produttori di hardware, che potranno integrarla sui propri MID e UMPC personalizzandone ogni aspetto. Canonical ha già messo a disposizione di queste aziende due team di ingegneri, uno con base a Lexington, in USA, ed uno ovviamente a Taiwan, dove si concentra il più elevato numero di produttori di PC ultramobili.

Canonical ha invitato gli sviluppatori a modificare le applicazioni che girano su Ubuntu Desktop per adattarle a Ubuntu MID: il lavoro di porting, secondo la società inglese, è generalmente di modesta entità, e riguarda soprattutto l’ottimizzazione dell’interfaccia per i piccoli display e l’aggiunta del supporto touchscreen.

L’aggiornamento di Ubuntu MID seguirà lo stesso ciclo semestrale della versione desktop: la prossima release sarà dunque la 8.10, e verrà rilasciata il prossimo ottobre.

Fonte: punto-informatico