Archivio

Posts Tagged ‘Netbook’

Torna il marchio Olivetti: nuova gamma di Notebook e Netbook

Olivetti ritorna nel mercato dei PC e lancia una gamma di Notebook e Netbook di nuova generazione integrati a servizi software innovativi disponibili in modalità “on demand”. L’azienda, rilancia così la propria storica “mission” incentrata sull’innovazione, ridisegnando la propria strategia industriale.

Torna il marchio Olivetti nuova gamma di Notebook e Netbook 00

La nuova offerta di Notebook e Netbook coniuga design e innovazione avvalendosi anche dei nuovi processori Intel e del sistema operativo Microsoft Windows 7. Inizialmente disponibile con i servizi Olivetti PC Guard per la protezione di PC e dati, la nuova linea di Notebook e Netbook verrà successivamente integrata con un’ampia gamma di servizi ed applicazioni evolute, in grado di ottimizzare costi e prestazioni delle imprese grazie all’erogazione secondo il modello “software as a service” e “pay per use”. Questo consente alle aziende di attingere a soluzioni costantemente aggiornate senza la necessità di investire in infrastrutture tecnologiche.

La nuova gamma di Notebook Olivetti, pensata per rispondere alle esigenze di lavoro in mobilità, si compone inizialmente dei modelli Olibook S1300 e Olibook S1550, di 13,3’’ e 15’’, indirizzati rispettivamente alla clientela professionale e alle Piccole e Medie Imprese, e al modello Olibook S1500, di 15,6’’, dedicato sia alla clientela Consumer che Professionale.

Alla gamma dei Notebook si aggiunge inoltre il Netbook Olibook M1025, di 10’’, indirizzato a tutte le fasce di utenza. I modelli, che si differenziano soprattutto per capacità di calcolo e di memoria sono dotati di tecnologia hardware e software di ultima generazione: nuovo processore Intel® Core ™ 2 Duo Ultra Low Voltage (ULV) sul Notebook Olibook S1300, per una maggiore durata delle batterie, e nuovo processore Intel® Core™ i3 e Intel® Core™ i5 rispettivamente sui Notebook Olibook S1500 e Olibook S1550, nuova piattaforma Intel® con processore Atom™ N450 per il Netbook Olibook M1025, e nuovo sistema operativo Microsoft Windows 7 per tutta la gamma, declinato nelle versioni Starter, Home Premium e Professional.

L’intera gamma dei Notebook Olibook è inoltre dotata della funzione Intel® My WiFi che consente di collegare con semplicità il proprio Notebook ad altri dispositivi dotati di interfaccia WiFi, in modalità wireless e senza la necessità di collegarsi a un punto di accesso WiFi. I Notebook Olibook S1300 e S1550 si avvalgono inoltre della funzione Always Aware che consente di proteggere l’hard disk da cadute accidentali e di attivare un allarme sonoro in presenza di tentativi di rimozione del notebook.

I nuovi PC Olivetti consentono inoltre l’accesso ai servizi Olivetti PC Guard per la protezione di PC e dati attraverso la semplice registrazione ad un sito dedicato e il pagamento “a canone”. In particolare il servizio PC Guard A-T, basato su tecnologia Intel® Anti-Theft, permette di disabilitare il PC in caso di furto o smarrimento, impostando le regole per determinare i casi in cui lo stato del PC dovrà considerarsi rubato (numero dei login falliti, mancato collegamento al centro servizi etc), e di riattivarlo facilmente in caso di ritrovamento. Il blocco può anche avvenire a seguito della segnalazione di furto da parte dell’utente al centro di assistenza Olivetti tramite un numero verde dedicato.

Il servizio Olivetti PC Guard DE consente invece la protezione dei dati riservati grazie all’utilizzo di un sistema di crittografia avanzato che impedisce l’accesso ai dati agli utenti non autorizzati. Il servizio, che può essere utilizzato anche senza la disponibilità di una connessione ad Internet o ad una rete aziendale, permette di operare in modo conforme alla normativa vigente in termini di archiviazione e protezione dei dati personali nelle aziende. A questi servizi di protezione del PC e dei dati si aggiungerà a breve anche il servizio per il back up e il ripristino automatico dei dati contenuti nell’hard disk.

L’offerta sarà disponibile sul mercato a partire dal mese di Aprile con il Notebook Olibook S1300 e il Netbook M1025, mentre i Notebook Olibook S1500 e S1550 saranno disponibili rispettivamente in Maggio e Giugno. L’offerta sarà veicolata alla clientela Business attraverso la rete dei concessionari Olivetti e il canale di vendita di Telecom Italia che la indirizzerà anche alla clientela Consumer.

via bloggiando

Novell e MSI distribuiscono netbook con Moblin

gennaio 18, 2010 1 commento

MSI U135 Il mercato dei netbook è tutt’altro che in fase d’arresto: mentre cresce l’attesa per i primi dispositivi che installeranno Chrome OS (specie in seguito alla disponibilità dell’atteso GDrive di cui hanno parlato i colleghi di Downloadblog.it) sono sempre di più le aziende a implementare Moblin.

In questa seconda metà di gennaio è Novell a presentare una variante di openSUSE concepita per i netbook e un device distribuito in collaborazione con MSI — l’azienda famosa soprattutto per la produzione di schede video: si tratta del Wind U135, il primo ultra-portatile a “montare” SUSE Moblin.

Un deciso cambio di rotta per MSI, che nel periodo dell’esplosione dei netbook aveva preso le distanze da Linux per i propri clienti: evidentemente l’accattivante interfaccia del sistema operativo concepito da Intel e passato sotto l’egida di The Linux Foundation ha fatto cambiare idea ai vertici aziendali. Il device è già distribuito anche in Italia.

via ossblog

Lenovo Skylight: smartbook con CPU ARM e Linux

gennaio 14, 2010 Lascia un commento

Al CES 2010 di Las Vegas, conclusosi da qualche giorno, Lenovo ha presentato il suo primo smartbook. Si tratta di un dispositivo ultra-portatile basato su architettura ARM, più precisamente utilizza una CPU Qualcomm da 1GHz.

Nonostante l’azienda non voglia definirlo “netbook”, ha comunque caratteristiche simili in fatto di dimensioni, visto il display da 10,1 pollici e la tastiera grande quanto quella di un laptop tradizionale. In cambio, però, pesa appena 900 grammi e questo è abbastanza per fare la differenza. Skylight integra 20GB di memoria flash per l’archiviazione dei dati e supporta schede miniSD da 8GB. Tra le specifiche tecniche non mancano due porte USB, una videocamera da 1,3 megapixel e connettività Wi-Fi, 3G.

Sorprende l’autonomia, ben 10 ore di utilizzo con singola carica. Il prodotto utilizza una versione personalizzata di Linux come sistema operativo predefinito, con un’interfaccia dotata di diversi widget, come quello di Facebook, Youtube o Gmail.

Lenovo Skylight sarà disponibile ad aprile negli Stati Uniti e dovrebbe arrivare in Europa nel corso dell’anno. Il prezzo di vendita è di 499 dollari.

via tuxjournal

CES 2010: Toshiba lancia un nuovo Qosmio e due netbook


In occasione del CES 2010 Toshiba ha lanciato tre nuovi portatili. Primo fra tutti, il Qosmio F60 , il notebook multimediale più sottile che Toshiba abbia mai fatto che sarà disponibile nelle prossime settimane in Europa, Medio Oriene e Africa.
Qosmio F60 è spesso solo 29,1 mm e pesa 2,7 kg e, per chi preferisce personalizzare i propri gadget, ha anche una cover rossa lucida che contrasta con il lettering argentato.
Il nuovo Qosmio F60 ha schermo TruBrite HD da 15,6 pollici con una retroilluminazione LED; Drive Blu-ray riscrivibile che supporta contenuti DVD o DVD-SuperMulti (DL); software Resolution+ di Toshiba per l’upconversion; TV Tuner ibrido, analogico e digitale (DVB-T), integrato che supporta i formati TV più utilizzati; web camera HD, e altoparlanti stereo Harman Kardon per una qualità audio superiore.

Gli altri due nati di casa Toshiba, sono due netbook con schermo da 10.1 pollici: i mini NB300 e NB305. Il vero punto di forza di questi due netbook è la batteria a sei celle la cui durata dichiarata da Toshiba dovrebbe arrivare a 11 ore per un peso di 1,33kg. Come il Qosmio, saranno disponibili tra poche settimane in Europa, Medio Oriente e Africa.

Dal punto di vista software, entrambi integrano la suite Toshiba LifeSpace. Il software di sincronizzazione integrato semplifica la sincronizzazione dei file archiviati nel proprio mini NB300/NB305 con quelli nel PC principale.

Per quanto riguarda il design, il mini NB305 si distingue per la cover in texture 3D con finiture opache e sarà disponibile nella versione Snow White in contrasto con l’argento della tastiera e del palm rest. Il Toshiba mini NB300 presenta invece una versione premium per i più esigenti con cover Cosmic Black arricchita da sottili linee inclinate con una tastiera flat e palm rest neri.
Il sensore di impatto 3D integrato, poi, permette di proteggere i dati archiviati nell’hard disk in caso di versamento accidentale di liquidi, urti o cadute rimuovendo in modo istantaneo le testine dell’HDD tra i dischi.
Nessuna notizia, invece, per quanto riguarda i costi.

via gizmodo

Il Googlefonino è fra noi

BigG ha ufficialmente introdotto sul mercato statunitense il suo primo smartphone, Nexus One, e si appresta ad avviarne la vendita anche su alcuni altri mercati di test, tra cui il Regno Unito. Ecco caratteristiche e prezzi

Nexus One, il chiacchieratissimo smartphone di Google, non ha praticamente più segreti. Le specifiche hardware del dispositivo sono state rese pubbliche negli scorsi giorni dai primi recensori del prodotto, mentre gli altri dettagli sono stati svelati dalla stessa BigG nel corso delle conferenza stampa dedicata.

Nexus OneProdotto dalla taiwanese HTC, la stessa azienda che oltre un anno fa lanciò sul mercato il primo smartphone Android, il G1, il Nexus One è uno dei primi dispositivi della sua categoria a sfoggiare un processore Qualcomm Snapdragon da 1 GHz: questo chip dovrebbe fornirgli performance non distanti da quelle di un tipico netbook.

Per il resto, il g-fonino non si fa mancare nulla: lo schermo, di tipo AMOLED, ha una dimensione di 3,7 pollici e una risoluzione di 480 x 800 pixel; la memoria RAM e quella ROM hanno una capacità, ciascuna, di 512 MB; lo slot microSD integrato permette di espandere lo spazio di archiviazione con schede fino a 32 GB; la trackball è provvista di un LED capace di notificare vari eventi attraverso luci di diverso colore. Fanno poi parte della ricca dotazione un sensore di luce e uno di prossimità, una bussola digitale, un accelerometro e un ricevitore AGPS. Sul retro del telefono si trova una fotocamera da 5 megapixel con flash a LED e autofocus.

C’è poi un jack standard da 3,5 mm per le cuffie, il supporto all’A2DP stereo Bluetooth, una funzione di soppressione del rumore, e due microfoni (uno davanti e uno dietro). Ispirandosi ad iPod, Google ha poi fatto in modo che il Nexus One possa essere personalizzato dall’utente con una serigrafia.

Peso e spessore del dispositivo sono molto simili a quelli dell’iPhone, e rispettivamente pari a 11,5 millimetri e 130 grammi. La batteria, rimovibile, è da 1400 mAh. Le specifiche tecniche integrali dello smartphone sono disponibili qui.

Nexus OneCome era già noto, sul Nexus One gira la nuova versione 2.1 di Android, che tra le altre cose fornisce 5 homescreen, un nuovo widget per il meteo e le news, un widget per la gestione dei consumi, una galleria multimediale ridisegnata, e il supporto agli sfondi animati (Live wallpaper) e alla grafica 3D.

L’interfaccia del Nexus One può essere in larga parte gestita attraverso comandi vocali: la voce non solo può essere usata per navigare tra i menù o per lanciare programmi, ma anche per dettare al dispositivo il testo da inserire in note, messaggi, box di ricerca ecc.

Il sistema operativo che gira sul Nexus One include poi Google Maps con funzionalità di navigazione vocale, una speciale versione di Google Earth capace di sfruttare il framework 3D del dispositivo, un app store dove acquistare e scaricare nuove applicazioni.

Il g-fonino potrà essere acquistato sia nella versione “brandizzata” da un operatore, e associata ad un contratto di telefonia mobile di due anni, sia nella versione completamente aperta. Naturalmente in quest’ultimo caso il prezzo del dispositivo è notevolmente più salato: si parla, negli States, di 530 dollari contro i 180 dollari della versione di T-Mobile. Nella primavera del 2010 si aggiungeranno a quest’ultimo operatore Verizon e Vodafone.

Come previsto, Nexus One è stato attualmente lanciato sul solo mercato statunitense. Entro breve verrà introdotto anche su alcuni mercati di test, tra i quali Regno Unito, Singapore e Hong Kong. Ancora nessuna informazione ufficiale sulla data di lancio in Italia.

Il sito ufficiale di Nexus One si trova qui, e permette di prendere confidenza con una versione virtuale dello smartphone.

Alcuni commenti sulla strategia commerciale di Google relativa a Nexus One sono stati pubblicati da The Register, Ars Technica e O ‘Reilly Radar, mentre le prime recensioni del prodotto sono apparse su Engadget, Wired e NexusOneBlog.

Via punto-informatico

Anche Intel prepara il suo store online con applicazioni per netbook con Moblin e Win

dicembre 7, 2009 Lascia un commento


Intel ha presentato questa settimana una SDK beta per netbook con Atom, con l’obiettivo di riuscire a lanciare uno store online di applicazioni entro il 2010, sia per Windows che per Moblin. L’intento è quello di seguire il modello dell’App Store di Apple, ripartendo gli introiti al 70 percento per gli sviluppatori e al 30 per cento per i costi di gestione e i partner. Intel non ha precisato quanti siano gli sviluppatori che stanno lavorando alle applicazioni e non ha neanche indicato una data concreta per l’apertura dello store: si è limitata ad un generico 2010. Tutti sembrano interessati a salire sul carro vincente degli store di applicazioni e forse noi utenti abbiamo solo da guadagnare da questa gara.

Via gizmodo

Acer vuole essere la prima a lanciare un netbook con Google Chrome OS

dicembre 4, 2009 Lascia un commento


L’Aspire One AOD250 con dual boot è stato il primo netbook con Android, e anche se non è certo stato un campione di vendita, Acer vuole essere di nuovo la prima con Google Chrome OS, l’anno prossimo.

Acer ha iniziato a sviluppare netbook basati su Chrome già dalla metà di quest’anno e il suo presidente, JT Wang, ha dichiarato a DigiTimes che vuole che sia un Acer il primo netbook ad uscire quando Chrome OS sarà rilasciato nella seconda metà del 2010.

Via gizmodo