Archivio

Posts Tagged ‘Mac OSX’

CloudCompare disponibile la v2.5.0

luglio 15, 2013 3 commenti

CloudCompare si aggiorna alla versione v2.5.0 / QT rilasciata il 12 luglio. Ricordiamo che Cloud Compare, è un software per l’elaborazione delle nuvole di punti e delle mesh è stato originariamente progettato per eseguire il confronto tra due nuvole di punti 3D o tra una nuvola di punti ed una maglia triangolare.

CloudCompare è un software molto potente ed Open Source capace di aprire e salvare in diversi formati, come BIN, ASCII, PLY, OBJ, VTK, LAS, E57, OUT, PCD, SOI, PN, PV, ICM, mentre permette il salvataggio per le nuvole di punti in BIN, ASCII, PLY, LAS, E57, VTK, PN, PV, PCD mentre per le mesh in OBJ, PLY, VTK, MAYA (ASCII).

Nelle note di rilascio si specifica che anche questa volta le novità sono tante, tra le principali troviamo un nuovo strumento “Cross section” (Sezione) accessibile da Tools > Segmentation > Cross Section;

Fonte immagine dal sito danielgm.net

Troviamo ancora una nuova opzione per l’allineamento della camera su una facciata;

Fonte immagine dal sito danielgm.net

Una nuova opzione per ICP, nuova finestra di dialogo per il calcolo della octree, il limite di 128 milioni di punti è stato portato a 2 miliaedi di punti per i sistemi a 564bit, LAS import/export migliorata, ecc.

Tante modifiche anche per CCViewer anche questo aggiornato e scaricabile per tutti i principali OS.

Per scaricare la versione Windows disponibile sia per sistemi a 32 che a 64 bit basta andare sul sito del produttore alla pagina dei downloand;

Per Mac OSX dalla stassa pagina saremo reindirizzati al sito di Andy Maloney che ha sviluppato l’applicazione per una installazione stand-alone disponibile QUI;

Ora finalmente è anche disponibile una versione pacchettizzata per Linux in versione .deb per Debian, Ubuntu e derivate, installabile tramite PPA realizzato da Romain Janvier. Il PPA è disponibile QUI.

Via garr8

Annunci

Rilasciato VLC Media Player 1.0.0

Rilasciato VLC Media Player 1.0.0

Il team di sviluppo di VideoLan ha annunciato il rilascio della versione 1.0.0 del suo popolare player multimediale VLC Media Player. Si tratta di una major release che introduce molte caratteristiche, e supporto a formati e codec, senza dimenticare l’aspetto della sicurezza, con la correzione di numerosi bug.

Per chi ancora non conoscesse VLC, stiamo parlando di uno dei migliori player presenti sul mercato, compatibile con un numero impressionante di formati audio e video, che si è fatto spesso notare, in passato, per le sue qualità e caratteristiche.

Tra le novità principali di questa versione segnaliamo la possibilità di registrare, il supporto ai nuovi codec HD e la possibilità di aprire video compressi in formao .zip. VLC Media Player non ha bisogno di installare codec di terze parti, perchè tutto ciò che è necessario è già compreso all’interno del software.

Infine ricordiamo che VLC è un software multipiattaforma, disponibile per Windows, Mac OS X e Linux. Potete scaricare il software collegandovi a questo link.

Fonte: downloadblog

Uno su dieci è Mac, gli altri PC

febbraio 3, 2009 Lascia un commento

Alla fine, chi ne esce meglio forse è proprio Windows: ma non l’ultima versione in commercio, la sesta anche nota come Vista, bensì la beta del suo successore Seven. Che in un mese sale dallo 0,04 allo 0,22 per cento: niente male per una versione preliminare ancora instabile destinata agli smanettoni o a chi deve testare le caratteristiche del nuovo software prima che questo sia effettivamente sul mercato. Per il resto c’è un altro piccolo progresso di Mac OS X e l’ennesima conferma di Firefox.

Sono queste le informazioni contenute nell’ultimo aggiornamento delle ormai celebri classifiche Net Applications: gli ultimi dati, quelli relativi a gennaio 2009, servono un po’ a fare il punto su come sono andate le cose nel 2008 e su come se la sono cavati i rispettivi brand durante le compere natalizie. E così si scopre, ad esempio, che Vista ha ricevuto una bella iniezione di fiducia rispetto al mese precedente: merito evidentemente dei regali che si sono fatti o hanno fatto i consumatori, visto che – Net Applications conferma – Vista raccoglie più utenti durante il weekend che durante la settimana.

È il segno, evidentemente, che nelle aziende la sesta versione di Windows non ha raccolto ancora quella fetta di adesioni auspicabile – visto che XP, ovvero la release precedente, risale addirittura al 2001. La penetrazione di Vista potrebbe insomma essere fisiologica, dovuta cioè all’inevitabile turnover delle macchine ormai datate, con quelle più nuove che portano in dote la nuova versione di Windows. È troppo forse per azzardarsi a dire che in molti abbiano deciso di attendere direttamente Windows 7 per aggiornare, ma è comunque un dato di cui tenere conto.

Nel complesso, tuttavia, Microsoft Windows è ancora il sistema operativo dell’88,26 per cento dei computer censiti: in calo di meno di mezzo punto rispetto a dicembre, e con XP fermo sopra il 60 per cento del totale (63,76) e Vista in crescita al 22,48 per cento. Mac OSX fa segnare un buon risultato post natalizio, arrivando a sfiorare il 10 per cento: 9,93 per la precisione, vale a dire due punti e mezzo in più circa rispetto a 12 mesi fa, contro gli oltre tre perduti da Windows. Guadagna lo 0,2 per cento rispetto a gennaio 2008 anche Linux (0,83), e impressiona iPhone con il suo OSX Mobile: è ormai la quarta forza del mercato con lo 0,48 per cento.

Passando ai browser, Firefox si conferma come l’attore con il trend migliore: rispetto alle segnalazioni di novembre, ormai veleggia stabilmente sopra il 20 per cento delle preferenze, strappando un nuovo record a 21,53. Il panda rosso è preceduto da Internet Explorer al 67,55 per cento (in calo di quasi otto punti rispetto a un anno fa) e seguito da Safari all’8,29 (più 2,47 per cento nei 12 mesi). Da sottolineare anche la buona performance di Chrome, salito in cinque mesi sopra la soglia del punto percentuale (1,12 per cento), superando Opera fermo allo 0,7.

Fonte: punto-informatico