Archivio

Posts Tagged ‘Free Software’

CD/DVD/Blu-ray Disc Recovery: recuperare gratuitamente i propri dati dai principali supporti ottici danneggiati

giugno 1, 2010 2 commenti

I CD e i DVD costituiscono senza alcun dubbio due tra i supporti maggiormente utilizzati mediante cui archiviare i propri dati poiché, nella stragrande maggioranza dei casi, consentono di salvaguardare tutto quanto occorre in modo semplice e sicuro.

Tuttavia vi è però da considerare che si tratta di due risorse che, in linea generale, pur essendo estremamente affidabili, risultano però piuttosto soggette a graffi e danni di varia tipologia se non conservate e salvaguardate in modo corretto, implicando dunque l’eventuale impossibilità di accedere correttamente ai vari dati archiviati.

Nel caso in cui vi ritroviate ad avere a che fare con supporti danneggiati ma, per ovvi motivi, avvertite comunque la necessità di recuperare tutto quanto archiviato sul CD o DVD di turno, potreste allora prendere in seria considerazione l’idea di ricorrere all’utilizzo di un utilissimo strumento quale CD/DVD/Blu-ray Disc Recovery.

Si tratta infatti di un programmino completamente gratuito e specifico per OS Windows che, mediante un interfaccia utente alla portata di tutti, consentirà di far fronte alle situazioni sopra specificate permettendo di recuperare in modo estremamente semplice tutti quelli che sono i file danneggiati presenti su CD, DVD e dischi Blu Ray, così com’è facile dedurre dal nome stesso del software.

L’applicativo, particolarmente utile per il recupero di file multimediali digitali, documenti e file di testo, andrà ad agire avviando dapprima la scansione dei vari settori del disco d’interesse, eseguendo poi il salvataggio dei file danneggiati e, infine, andando a copiare i dati corretti direttamente dal disco rigido.

Il software supporta la maggior parte dei dispositivi ottici come CD/DVD/Blu-ray Disc Recovery, dischi Blu Ray e file system ISO9660 e UDF.

Detta in altri termini, CD/DVD/Blu-ray Disc Recovery costituisce insomma un ottima ed efficiente risorsa destinata, nello specifico, a tutti i geek un po’ più sbadati!

Via geekissimo.com

Annunci

MyDefrag 4.2.9 – si aggiorna uno dei migliori deframmentatori per Windows

<!– –>


MyDefrag è un deframmentatore e ottimizzatore per dischi rigidi precedentemente conosciuto come JKDefrag, distribuito in forma completamente gratuita per Windows 2000, 2003, XP, Vista, 2008, e 7 sia nelle versioni 32bit che 64bit.

Nelle scorse ore è arrivata la nuova versione 4.2.9, di cui potete controllare il changelog.

La nuova 4.2.9 porta in dote la correzione di una dozzina di bug e la rimozione dagli script di default della scomoda impostazione automatica dei filtri in base alla periferica selezionata.

Il software è tradotto in numerose lingue, fra cui l’italiano. Nel sito ufficiale (in inglese) si può trovare una vastissima documentazione, che consigliamo di leggere a chi volesse “lavorare di fino” e sfruttare al massimo il software.

Per tutti gli altri consigliamo il preset “Scansione mensile” una volta al mese circa (richiede molto tempo e va bene anche una volta ogni due mesi), e la “Scansione settimanale” con cadenza regolare.

Sito web ufficiale di MyDefrag
Scarica My Defrag 4.2.9

via downloadblog

Avast 5: come averlo subito in italiano

gennaio 22, 2010 Lascia un commento

Avast 5
Per la gioia dei suoi numerosi estimatori, la versione definitiva di Avast 5 è realtà. Il noto antivirus gratuito ha ora un’interfaccia tutta nuova, ma anche un rinnovato motore di scansione che ci mette ancora più al sicuro da virus, worm, spyware e trojan.

Nel momento in cui scrivo questo post, Avast 5 – che pare si contraddistingua anche per una maggiore leggerezza rispetto al passato – non è ancora disponibile sul sito italiano; probabilmente è questione di ore o di giorni perchè ciò avvenga, nel frattempo possiamo comunque scaricarne la versione inglese da qui.

E se vogliamo subito localizzare il prodotto nella nostra lingua, niente di più facile: nell’angolo superiore destro dell’interfaccia cliccate su “Settings”, dopo di che selezionate la voce “Language” nella schermata successiva.

Vedrete un pulsante che vi darà la possibilità di installare una nuova lingua, a quel punto scegliete l’italiano (avendo cura di essere connessi ad internet, ovviamente) ed è fatta!

Avast 5 è come sempre freeware ma solo se se ne fa un utilizzo personale, altrimenti va acquistata la versione Pro che ha qualche funzione in più.

Da notare che – sempre a pagamento – esiste anche un’edizione Internet Security provvista di firewall e di antispam. Ecco la comparativa riguardante le tre versioni.

via downloadblog

DevManView è l’alternativa all classica interfaccia di Gestione Periferiche di Windows

dicembre 10, 2009 Lascia un commento

devmanview

DevManView è una piccola utility portatile e freeware compatibile con tutte le versioni di Windows dalla 2000 in poi. Mediante DevManView è possibile visualizzare l’elenco completo delle periferiche installate sul pc, in maniera similare all’interfaccia offerta da Windows mediante Gestione Periferiche.

Dall’interfaccia è anche possibile attivare, disattivare e disinstallare le periferiche. Inoltre è possibile collegarsi ad altri pc in rete (avendo le opportune credenziali di amministrazione della macchina) e sfogliare l’elenco delle periferiche del pc remoto. É possibile infine anche sfogliare le periferiche presenti in una installazione di Windows non correntemente avviata selezionando la cartella di installazione e permettendo anche in questo caso di disattivare eventuali periferiche che impediscano il boot del sistema.

Changelog e download sono disponibili alla pagina di DevManView

Via downloadblog

GNU, aperta la caccia all’intruso

ottobre 5, 2009 1 commento

La Free Software Foundation promette taglie a chi scova codice proprietario in distribuzioni libere. In palio banconote in valuta libera

Non è il Selvaggio West, ma c’è la frontiera (quella tecnologica) e adesso anche le taglie: la Free Software Foundation (FSF) ha annunciato un programma di ricompense per rintracciare codice proprietario in distribuzioni libere.

Sono sempre gli utenti al centro delle iniziative della FSF, che premierà coloro che scoveranno e riporteranno la presenza di parti non libere all’interno di distribuzioni libere con un riconoscimento pubblico e a suon di “contante GNU”.

Il sistema delle ricompense è già usato, per esempio, da Mozilla che offre 550 dollari ed una maglietta a chi segnalerà delle vulnerabilità nelle applicazioni che offre.

“Stimolando gli utenti a riportare eventuali problemi, il programma di premi aiuterà ad assicurare la genuinità delle distribuzioni GNU/Linux” ha affermato l’executive director FSF Peter Brown.

A supporto dei cacciatori di taglie alcune linee guida rilasciate da FSF che definiscono cosa costituisce una distribuzione libera.

Il “contante GNU” verrà corrisposto con una banconota falsa da un pi greco GNU e firmata dal presidente e guru Richard Stallman.

Per aggiudicarsi il compenso e l’eventuale riconoscimento pubblico bisognerà portare all’attenzione di FSF e del responsabile della distribuzione libera coinvolta il materiale non libero in esso contenuto.

Fonte: punto-informatico

Desklock, proteggiamo l’esecuzione dei nostri programmi con una password

settembre 14, 2009 Lascia un commento

2009-09-12_153822

Se il vostro personal computer non è poi così circoscritto all’uso personale, di sicuro l’applicazione che sto per presentarvi in quest’articolo potrebbe risultarvi particolarmente utile.

Capita spesso tra gli utenti che magari il proprio PC venga utilizzato da più persone all’intero della famiglia, situazione in cui il più delle volte potrebbe risultare utile proteggere i propri programmi con una password, in modo tale da evitare che persone esterne, e diciamocelo, magari anche poco pratiche, possano mettere in pericolo il funzionamento della vostra postazione di lavoro.

A questo proposito risulta quindi estremamente utile Desklock, ossia una semplice utility completamente gratuita per il nostro Windows che permette di proteggere i programmi presenti sul PC mediante password, in modo tale che alla loro esecuzione venga richiesto l’inserimento di una parola chiave per avviarne il funzionamento.

Impegnando uno spazio minimo, il programma va a porsi nella barra del sistema, permettendo un accesso veloce al pannello di configurazione di Desklock.

Fonte: geekissimo

Trovare i file doppi con Duplicate File Finder

agosto 7, 2009 3 commenti

Trovare i file doppi con Duplicate File Finder

Trovare i file duplicati sul proprio PC è un’operazione che può essere utile in diverse occasioni: innanzi tutto aiuta a liberare spazio sull’hard disk, e poi può rendere più ordinato il computer evitando di lavorare su più file con lo stesso nome.

In passato abbiamo più volte recensito software che permettono di trovare i file doppioni, ed oggi vi segnaliamo l’ottimo Duplicate File Finder, sviluppato da Auslogic, disponibile per Windows.

Progettato con una interfaccia davvero semplice che permette di effettuare una scansione tramite diversi criteri di analisi sempre più avanzati e scegliendo tra i tipi di file da scansionare. Tra le opzioni disponibili è possibile scegliere tra dimensione file, data di creazione, cartelle e formato file. Una volta comparso l’elenco dei file, è possibile scegliere quelli da eliminare. Potete scaricare Duplicate File Finder cliccando sul sito dello sviluppatore.

Fonte: downloadblog