Archivio

Posts Tagged ‘Debian’

CloudCompare disponibile la v2.5.0

luglio 15, 2013 3 commenti

CloudCompare si aggiorna alla versione v2.5.0 / QT rilasciata il 12 luglio. Ricordiamo che Cloud Compare, è un software per l’elaborazione delle nuvole di punti e delle mesh è stato originariamente progettato per eseguire il confronto tra due nuvole di punti 3D o tra una nuvola di punti ed una maglia triangolare.

CloudCompare è un software molto potente ed Open Source capace di aprire e salvare in diversi formati, come BIN, ASCII, PLY, OBJ, VTK, LAS, E57, OUT, PCD, SOI, PN, PV, ICM, mentre permette il salvataggio per le nuvole di punti in BIN, ASCII, PLY, LAS, E57, VTK, PN, PV, PCD mentre per le mesh in OBJ, PLY, VTK, MAYA (ASCII).

Nelle note di rilascio si specifica che anche questa volta le novità sono tante, tra le principali troviamo un nuovo strumento “Cross section” (Sezione) accessibile da Tools > Segmentation > Cross Section;

Fonte immagine dal sito danielgm.net

Troviamo ancora una nuova opzione per l’allineamento della camera su una facciata;

Fonte immagine dal sito danielgm.net

Una nuova opzione per ICP, nuova finestra di dialogo per il calcolo della octree, il limite di 128 milioni di punti è stato portato a 2 miliaedi di punti per i sistemi a 564bit, LAS import/export migliorata, ecc.

Tante modifiche anche per CCViewer anche questo aggiornato e scaricabile per tutti i principali OS.

Per scaricare la versione Windows disponibile sia per sistemi a 32 che a 64 bit basta andare sul sito del produttore alla pagina dei downloand;

Per Mac OSX dalla stassa pagina saremo reindirizzati al sito di Andy Maloney che ha sviluppato l’applicazione per una installazione stand-alone disponibile QUI;

Ora finalmente è anche disponibile una versione pacchettizzata per Linux in versione .deb per Debian, Ubuntu e derivate, installabile tramite PPA realizzato da Romain Janvier. Il PPA è disponibile QUI.

Via garr8

Annunci

Google ChromeOS: questo il suo look?

ottobre 27, 2009 Lascia un commento

In anteprima su TuxJournal le immagini del browser Chrome ottimizzato per l’utilizzo su ChromeOS, il sistema operativo del colosso delle ricerche atteso per i primi mesi del prossimo anno.

Entro pochi mesi dovrebbe essere annunciato il primo sistema operativo di casa Google. Stiamo parlando ovviamente di Chrome OS, con cuore Linux (in molti dicono che si baserà su Debian proprio come Ubuntu) e che avrà più che altro dei connotati da sistema operativo Web-centrico. Proprio per la sua natura, Chrome – il browser multipiattaforma del colosso delle ricerche – sarà al centro dell’intero sistema operativo. Per questo motivo, non sarà come l’abbiamo visto fino ad ora ma avrà look e funzioni decisamente più interessanti. Direttamente dal browser, infatti, potremo gestire le nostre reti, navigare sul web, consultare i nostri account di servizi Google (incluso GMail), controllare lo stato della batteria e molto altro ancora. Insomma, un modo di concepire il browser completamento nuovo. Ecco come si mostra al grande pubblico una delle ultime build in formato .deb di Chrome. Sorpresi?

screenshot_102[8]

screenshot_103

screenshot_106

screenshot_104[3]

screenshot_111[3]

Fonte: tuxjournal

Debian rialscia Lenny

febbraio 16, 2009 Lascia un commento

lennyDebian è una delle distribuzioni storiche di Linux. È stata fondata da Ian Murdock e tutti i partecipanti al progetto sono volontari basati su una vera e propria società democratica.

Ora, dopo quasi due anni, è stata rilasciata il 14 febbraio la versione 5.0 denominata Lenny.

Debian GNU/Linux è un sistema operativo libero che supporta un totale di dodici architetture di processori e include gli ambienti desktop KDE, GNOME, Xfce e LXDE. Offre altresì compatibilità con FHS v2.3 e programmi sviluppati per la versione 3.2. di LSB.

Per maggiori informazioni e per il download visitate il sito ufficiale.

Fonte: ossblog

Debian sbarca sul Googlephonino

novembre 11, 2008 Lascia un commento

Buone notizie per tutti gli affezionati a Debian GNU/Linux. Un famoso hacker dell’Apple iPhone è riuscito a far funzionare la storica distribuzione anche sull’HTC Dream G1.

L’hack è stato portato a termine da Jay Freeman, aka saurik, già sviluppatore delle applicazioni Cydia, Cycorder e WinterBoard per iPhone. La bella notizia è che Debian non ha alcun problema a funzionare in tandem con Android. Ma non è chiaro se con questa frase si intenda dual-boot o altro. In ogni caso per far funzionare il tutto, se tra i nostri lettori vi è qualche fortunato possessore dell’HTC Dream G1, bisogna necessariamente effettuare il jailbreak del dispositivo – a proprio rischio e pericolo – e seguire le indicazioni fornite da Freeman sul suo blog. Il risultato è assicurato. Pare addirittura che subito dopo l’hack sia possibile accedere ad altre funzioni nascoste del dispositivo, come ad esempio la registrazione video e la possibilità di cambiare o creare i temi grafici.

Fonte: tuxjournal

Indiscrezioni Asus EeePC

Dal sito Gizmodo si dice che probabilmente l’Eee PC: il 901 e il 1000 sono in uscita per l’8 luglio.

L’articolo spiega che non è una notizia di prima mano e che non arriva da Asus ma da Liliputing, e che si dovrebbero rilasciare entrambi gli Eee PC basati su Atom, il 901 e il 1000.

Mentre sul sito tuxjournal, si vocifera che il nuovo EeePC non avrà più Xandros come sistema operativo ma che possa essere la volta di Debian. Infatti, l’articolo continua dicendo che un messaggio apparso sulla mailing list degli sviluppatori della versione Eee PC della storica distribuzione lascia ben poco spazio all’immaginazione. Ed ancora che all’Asus si voglia una collaborazione con gli sviluppatori della nota distribuzione.

Ancora da eeepc.it si conferma quanto sopra e da qui si è presa questa parte della discussione dalla ML Debian:

I just received an encouraging note from Ellis Wang of Asus in Taiwan following up on Martin Michlmayr’s suggestions to Asus about how they could work more closely with the Debian community[0]. Ellis has assigned Robert Huang the task of putting a working relationship in
place between Asus and Debian, with backup provided by five other Asus employees.
At Martin’s suggestion, I am preparing a brief status report to Robert and his team. It would help if anyone currently working on Debian Eee PC to review and update our todo so that it accurately reflects anything you are working on, plan to work on, or believe needs
attention by our team: http://wiki.debian.org/DebianEeePC/Todo

Thanks,
Ben