Archivio

Posts Tagged ‘Chrome OS’

Chrome Os con funzionalità di Desktop Remoto

I dettagli di Chrome Os sono ancora un po’ vaghi, ma sembra che Google stia lavorando per includere la possibilità di far girare le normali applicazioni.

Questa funzionalità è stata battezzata con il nome di Chromoting e dovrebbe assomigliare al desktop remoto di Windows consentendo l’accesso ai programmi scritti per Linux, Mac Os X e Windows.

Da notare che queste indiscrezioni non provengono direttamente da Google, ma online è stata pubblicata una mail di uno dei sui ingegneri: Gary Kačmarčík. La parte in cui descrive i programmi nativi come “legacy PC applications” rende molto chiaramente l’idea del futuro che hanno a Mountain View.

Via ossblog

Google presenta il Chrome OS tablet in concept

febbraio 3, 2010 1 commento

Google presenta il Chrome OS tablet in concept

Se pochi giorni fa Steve Jobs era arrabbiato con Google, dopo il post di Glen Murphy (designer di interfacce utente per Google) sul sito dei progetti Chromium il boss di Apple starà definitivamente considerando l’idea di muovere guerra all’azienda di Mountain View.

Coincidenza vuole che Murphy abbia di fatto presentato a pochi giorni dall’annuncio di iPad le idee attuali per un tablet basato su Chrome OS con tanto di immagini. Per il video vi rimandiamo al post di Melablog.

Se non altro non c’è ombra dei mattoncini blu: il tablet Google supporterà Flash? Conoscendo ormai l’iPad vi affidereste a Chrome OS per l’acquisto di un tablet o comprereste quello targato Apple?

Chrome OS tablet conceptChrome OS tablet conceptChrome OS tablet conceptChrome OS tablet concept

via downloadblog

Novell e MSI distribuiscono netbook con Moblin

gennaio 18, 2010 1 commento

MSI U135 Il mercato dei netbook è tutt’altro che in fase d’arresto: mentre cresce l’attesa per i primi dispositivi che installeranno Chrome OS (specie in seguito alla disponibilità dell’atteso GDrive di cui hanno parlato i colleghi di Downloadblog.it) sono sempre di più le aziende a implementare Moblin.

In questa seconda metà di gennaio è Novell a presentare una variante di openSUSE concepita per i netbook e un device distribuito in collaborazione con MSI — l’azienda famosa soprattutto per la produzione di schede video: si tratta del Wind U135, il primo ultra-portatile a “montare” SUSE Moblin.

Un deciso cambio di rotta per MSI, che nel periodo dell’esplosione dei netbook aveva preso le distanze da Linux per i propri clienti: evidentemente l’accattivante interfaccia del sistema operativo concepito da Intel e passato sotto l’egida di The Linux Foundation ha fatto cambiare idea ai vertici aziendali. Il device è già distribuito anche in Italia.

via ossblog

Acer vuole essere la prima a lanciare un netbook con Google Chrome OS

dicembre 4, 2009 Lascia un commento


L’Aspire One AOD250 con dual boot è stato il primo netbook con Android, e anche se non è certo stato un campione di vendita, Acer vuole essere di nuovo la prima con Google Chrome OS, l’anno prossimo.

Acer ha iniziato a sviluppare netbook basati su Chrome già dalla metà di quest’anno e il suo presidente, JT Wang, ha dichiarato a DigiTimes che vuole che sia un Acer il primo netbook ad uscire quando Chrome OS sarà rilasciato nella seconda metà del 2010.

Via gizmodo

Chrome OS in una penna USB da 1GB

dicembre 2, 2009 15 commenti

Chrome Os Screenshot

Se la versione da penna USB da 4GB di Chrome OS non vi è piaciuta o non avete una memoria esterna così capiente, il suo stesso realizzatore ha messo a disposizione una versione “dimagrita” da far girare su una penna da 1GB.

Oltre alla dieta, la nuova versione vede anche un miglioramento nel modulo WiFi dato che si basa su una nuova build. Potete trovare Chrome OS Diet sul sito ufficiale Hexxeh, sia in download via HTTP che torrent.

Via downloadblog

Google Chrome OS potrebbe controllare troppo i suoi utenti?

novembre 26, 2009 1 commento

Una delle caratteristiche più promettenti e interessanti del nuovo Google Chrome OS, per il momento, è quella cosiddetta sua capacità di “autocurarsi”. Gli sviluppatori promettono infatti un sistema operativo in grado di rendersi conto di un’anomalia nel suo funzionamento, riavviarsi all’occorrenza e ricominciare coi file com’erano un attimo prima del problema stesso.

Una grande grande potere, da cui però deriva una grande responsabilità, come direbbero i colleghi di cineblog citando Spider Man. Infatti, tutta questa sicurezza potrebbe facilmente essere scambiata per una forma di controllo eccessivo sull’utente. E forse a pensar male non si sbaglierebbe.

Come giustamente suggeriscono i blogger di DownloadSquad, pensate all’evenienza che Google decida che su Chrome OS non possano essere bloccate le pubblicità di Google. Quanto ci potrebbe mai volere perché AdBlock varie possano essere considerate estensioni sgradite su Chrome OS?

Via downloadblog

Chrome OS rilasciato: tutte le novità in anteprima

novembre 20, 2009 Lascia un commento

Ci siamo! L’attesa è terminata. Google ha annunciato nelle scorse ore, con un evento pubblico, il suo sistema operativo Chrome OS. Nonostante il gigante delle ricerche abbia ammesso che per vederlo sul mercato, quindi ultimato, bisognerà ancora attendere un anno, abbiamo comunque avuto modo di capire quali siano i suoi punti di forza.

Nei fatti, Chrome OS trasforma un netbook tradizionale in un thin-client. Tutte le applicazioni sono delle applicazioni web, tutti i dati vengono memorizzati sfruttando servizi cloud e il sistema operativo viene avviato tramite una memoria Flash. Sì, Chrome OS non supporta hard disk. “Vogliamo che Chrome OS sia incredibilmente veloce”, ha dichiarato Sundar Pichai, vice president of product management Google. “Vogliamo che Chrome funzioni come una TV, lo avvi e sei pronto ad utilizzare le tue applicazioni Web preferite”. Durante la presentazione, Google ha mostrato l’avvio di Chrome OS su un Eee PC. Il sistema operativo si è avviato in circa 7 secondi, davvero non male.

google_chrome_spr_06

“Stiamo lavorando molto, molto, molto duramente per migliorarci ancora”, ha continuato Pichai. “Ogni applicazione disponibile su Chrome OS è un’applicazione Web, dunque le tradizionali applicazioni a cui siamo stati abituati fino ad oggi saranno solo un ricordo. Non c’è veramente nulla da gestire, tutto funziona al volo e in maniera molto semplice”. Ciò che colpisce, in effetti, è come il cuore del sistema operativo sia proprio Chrome, il browser Google. Dal suo interno è possibile muoversi attraverso le varie web-apps, gestire i propri file tramite il file manager e molto altro ancora. Insomma, potremo gestire tutto il proprio PC dal browser, senza mai perdere di vista la Rete.

google_chrome_spr_01 google_chrome_spr_02

google_chrome_spr_03 google_chrome_spr_04

google_chrome_spr_09 google_chrome_spr_010

Questione hardware. Per il momento Google Chrome OS sembra sia indirizzato prevalentemente ai netbook. Avendo un cuore Linux, riesce meglio a gestire i pochi driver necessari per il corretto funzionamento degli ultra-portatili. Ovviamente nel futuro c’è anche la voglia di sbarcare sui desktop, ma c’è da limare ancora qualche dettaglio. “Stiamo lavorando a stretto contatto con i produttori di hardware, vogliamo creare driver adatti per ogni componente”. Chrome OS, comunque, funzionerà sia su x86 che su architetture ARM. E’ tutto quello che sappiamo per ora, non vi resta che godervi i video che abbiamo raccolto per voi.

Via tuxjournal