Archivio

Posts Tagged ‘Asus’

La EeeKeyboard sbarca in Italia


Della Eee Keyboard abbiamo tanto parlato in passato e adesso torniamo a parlarne perché, finalmente, sarà disponibile tra pochi giorni anche nel nostro paese. Perfetta per l’home entertainment in abbinamento ad un HDTV, cui può collegarsi anche senza cavi, è anche un valido supporto in ambito business, connessa un proiettore per condividere le presentazioni. Non a caso, la EeeKeyboard ha conquistato il primo posto nel prestigioso CeBIT-PreView 2009 Award, oltre agli altrettanto autorevoli IF Product design Award 2010 e RedHot design Award.

Dato che è da un po’ che non ne scriviamo, diamo un’occhiata veloce alle specifiche tecniche, giusto per rinfrescare la memoria. Pesa appena 1 Kg ha una altezza massima di 2,4 cm, un display multitouch da 5 pollici integrato nello chassis che, tramite il semplice tocco delle dita, consente di accedere ai programmi ed alle applicazioni d’uso più frequente, controllare le funzionalità multimediali o fungere da ampio touchpad con cui gestire il puntatore o le funzionalità di zoom e scorrimento della visualizzazione quando è collegata ad un display esterno.

Per connetterla a internet basta sfruttare la sua tecnologia wireless, l’Ultra Wideband, in grado di inviare fino a 5 metri di distanza contenuti multimediali digitali, inclusi i film ad alta definizione; tale distanza si raddoppia fino ad arrivare a 10 metri nel caso di contenuti diversi da video. In più EeeKeyboard PC integra un microfono ed una coppia di altoparlanti stereo di alta qualità ed un decoder video dedicato (il chip Broadcom 70010/70012) che consente il pieno supporto ai video in formato HD e ai contenuti Flash HD.

Lo storage è possibile grazie ad un SSD da 32 GB, mentre i tasti sono retroilluminati a LED così da potere usare EeeKeyboard anche in condizioni di scarsa luminosità.

ASUS EeeKeyboard PC sarà disponibile in Italia dalla metà di Giugno con prezzo al pubblico di 599 euro.

Via gizmodo

Asus: obiettivo smartbook per bissare il successo Eee PC

novembre 4, 2009 Lascia un commento

Con il termine smartbook ci si riferisce ad una particolare categoria di computer portatili che riunisce in sé caratteristiche degli smartphone e netbook.

Il colosso taiwanese che ha lanciato la “moda” degli ultra-portatili ha fatto intendere che entro i primi mesi del 2010 lancerà uno smartbook con processore ARM e sistema operativo Android per tentare di replicare l’incredibile successo degli Eee PC. Asus aveva già mostrato un primo prototipo allo scorso Computex, basato sulla piattaforma Qualcomm Snapdragon, che prometteva davvero bene. Il portatile da taschino aveva raccolto un bel po’ di giudizi positivi da parte dei giornalisti ma nonostante ciò Jerry Shen, CEO Asus, aveva dichiarato che si trattava di un progetto a cui la sua azienda aveva dedicato delle risorse limitate visto che allora – e forse ancora oggi – non c’era ancora una chiara risposta da parte degli utenti alla nuova classe di dispositivi. Ma finito l’anno, ne vedremo delle belle.

asus-android-netbook

Fonte: tuxjournal

Garmin-Asus userà Android al posto di Linux

giugno 22, 2009 2 commenti

La joint-venture ha definitivamente rinunciato ai suoi sogni di gloria Linux e ha deciso, per il futuro, di utilizzare solo Android e Windows Mobile per i suoi dispositivi mobili.

I continui ritardi negli annunci di nuovi dispositivi marchiati Garmin-Asus hanno un colpevole: Linux. Secondo gli alti dirigenti dell’azienda, il pinguino è ancora poco maturo per basarci sopra un’intera piattaforma mobile in grado di gestire anche un sistema GPS. Detto questo, Garmin-Asus ha confermato che il Nuvifone G60 resterà l’unico dispositivo ad essere basato su Linux mentre tutti gli altri che seguiranno utilizzeranno Android di Google e Windows Mobile di casa Microsoft. Ricordiamo che il Garmin Nüvifone G60 è un dispositivo che combina funzioni di telefonia a quelle di navigazione satellitare.

garmin-asus_nuvifone_g60

Fonte: tuxjournal

CeBIT 2009: Garmin presenta il Nüvifone G60 con Linux

L’azienda specializzata nel settore della cartografia e della navigazione satellitare si lancia sul mercato con un nuovo smartphone-navigatore basato su Linux.

garmin_nuevifone_medium

Il Garmin Nüvifone G60 è, come avete avuto modo di intuire, un dispositivo che combina funzioni di telefonia con quelle di navigazione satellitare. E’ presente pertanto la funzionalità LBS, in grado di offrire all’utente la stessa esperienza d’uso di un dispositivo di navigazione Garmin, con assistente vocale, cartografia aggiornata e punti di interesse.

Per quanto riguarda le funzionalità prettamente legate al settore della telefonia, il G60 offre connettività Quad-band GSM/GPRS/EDGE e UMTS/HSDPA 3.6 Mbps con connettività Wi-Fi 802.11 b/g, Bluetooth, HFP, HSP, AVRCP, A2DP mini-USB 2.0. Pesa appena 137 grammi e vanta un ampio display touchscreen da 3.55 pollici a 65 mila colori con una risoluzione di 272 x 480 pixel WQVGA.

1-large

Da segnalare inoltre una discreta fotocamera da 3.0 megapixel con autofocus e geo-tagging, memoria interna di 4GB espandibile con schede microSD fino a 16GB, 128MB di memoria RAM, visualizzatore di documenti Office ed immagini e jack per le cuffie da 2.5mm.

Sviluppato in collaborazione con Asus, il Nüvifone G60 debutterà sul mercato entro le prossime settimane ad un prezzo ancora sconosciuto.

Fonte: TuxJournal

Tutto in uno? Arriva Asus EeeTop

gennaio 22, 2009 1 commento

E’ uscito l’ultimo ritrovato nel campo dei PC: Asus EeeTop.

Questo prodotto dell’Asus agglomera tutti i componenti di un Pc in un cosiddetto desktop all-in-one. Ovvero quello che sembrerebbe un normale schermo, racchiude dietro il desktop un Pc vero e proprio con funzionalità touchscreen.

tutto-in-unoasus-eeetop Tutto in uno? Arriva Asus EeeTop

Lo schermo è racchiuso in uno chassis di 40″ cm di larghezza, il processore è un Atom, che grazie ai suoi ridotti consumi (25 W) ha permesso di non integrare dell ventole. Presenta anche 1 Gbyte di Ram, 160 Gbyte di harddisk, webcam integrata,2 porte USB, possibilita di connettersi a reti LAN da 10 o 100 o 1000 Mbps e WIC (wireless interface card) compatibile con l2 Wi-Fi 802.11b/g/n.

Asus ha inserito una comoda interfaccia Easy Mode per facilitare l’utilizzo del pannello touchscreen; questo si presenta con larghe icone che si possono facilmente toccare per avviare l’applicazione desiderata.

La versione in commercio si chiamerà Asus EeeTop ET1602.

Fonte: bloggiando

Et voilà, l’Eee PC è una tastiera

gennaio 8, 2009 3 commenti

Il processore Atom sembra essere una vera fonte d’ispirazione per i produttori di PC, che presso il Consumer Electronics Show (CES) in corso stanno facendo a gara per mostrare device e home computer Atom-based dalle fogge più diverse: alcune realmente originali, altre rivisitazioni di design più o meno collaudati. Tra questi cosi hi-tech si vanno ad inserire gli ultimi computer della serie Eee di Asus, primo tra i quali una tastiera-PC battezzata – non poteva essere altrimenti – Eee Keyboard.

Et voilà, l'Eee PC è una tastieraA livello di design, l’Eee Keyboard è di fatto un notebook privo del classico schermo su cerniere e dotato di una tastiera full-size. Il display, di tipo touchscreen, è incassato sul lato destro della tastiera QWERTY, e la sua diagonale misura 5 pollici: risulta evidente come tale schermo sia stato pensato più come complemento ad un monitor esterno che come dispositivo di visualizzazione principale, soprattutto considerando il suo formato “anomalo”, con orientamento portrait.

Tutta l’elettronica necessaria per il funzionamento del sistema si trova integrata in uno chassis poco più spesso di una tastiera tradizionale, chassis che ospita anche una batteria ricaricabile con autonomia massima dichiarata di circa 8 ore. Nel momento in cui si scrive, Asus non ha ancora rivelato nel dettaglio quali componenti si celino al di sotto della scocca dell’Eee Keyboard, ma si può immaginare come questi siano all’incirca gli stessi utilizzati sui propri netbook. Le funzionalità sicuramente presenti comprendono connettività WiFi, LAN Ethernet, storage SSD, porte USB, uscite audio/video e lettore di schede SD/MMC.

Nonostante la sua fonte di alimentazione autonoma, è chiaro che l’Eee Keyboard non è stato pensato né come sostituto di un netbook né, tantomeno, di un tablet: in mobilità, questo sistema si presta soprattutto per la battitura di testi e di email, e per poco altro. A suggerire la vera vocazione dell’Eee Keyboard è la presenza, sul retro dello chassis, di una porta Wireless HDMI basata sulla tecnologia Ultra-Wide Band (UWB): tale interfaccia permette di trasmettere segnali audio/video digitali, inclusi quelli in alta definizione, a tutti i dispositivi (monitor, televisori, set-top box, proiettori ecc.) dotati di una porta DVI o HDMI e di un apposito modulo di ricezione wireless. Molto più che Eee Box, dunque, il nuovo membro della famiglia Eee si presta ad essere utilizzato come media center domestico o, in ambito business, per la visualizzazione/proiezione di presentazioni e video promozionali.

Sebbene l’esemplare di Eee Keyboard presentato al CES 2009 sia soltanto un prototipo, Asus ha assicurato che il design è praticamente quello definitivo, e la produzione in volumi del dispositivo potrebbe iniziare già a entro la metà dell’anno. In Italia probabilmente non sarà acquistabile prima del prossimo autunno.

Update (ore 11,30): nelle ore sono emersi nuovi dettagli sulle specifiche tecniche dell’Eee Keyboard. Il dispositivo utilizzerà – tanto per cambiare – un processore Atom N270 e disporrà di 1 GB di RAM, un SSD da 16 o 32 GB, Bluetooth 2.0, due porte USB, una porta VGA e una HDMI, un ingresso microfono e una uscita cuffie.

Eee PC T91
Presso il CES 2009 Asus ha anche annunciato un Eee PC con display touchscreen, il T91, che adotta un design convertibile: in altre parole, il monitor può ruotare e richiudersi al di sotto dello chassis per trasformare il T91 in un tablet.

Il nuovo Eee PC touchscreen di Asus è simile, per certi aspetti, al netbook convertibile M912 che Gigabyte ha presentato la scorsa estate. Entrambi i laptop sono dotati di schermo da 8,9 pollici touchscreen, processore Atom, 1 GB di memoria, e sistema operativo Windows XP Home (o in alternativa Vista Home, nel caso dell’M912) con interfaccia proprietaria sensibile al tocco. Ciò che però distingue il T91 dal suo più diretto avversario è l’integrazione di un ricevitore GPS e di un sintonizzatore TV e radio FM.

Con il T91, Asus ha di fatto traghettato nel segmento dei mini notebook caratteristiche che oggi sono tipicamente offerte nei dispositivi mobili hi-end più compatti, come gli smartphone: sarà interessante vedere se il produttore taiwanese “chiuderà il cerchio” lanciando, in futuro, un modello analogo dotato anche di modem 3G integrato.

A distinguere ulteriormente il T91 dall’M912, come anche dalla stragrande maggioranza dei netbook oggi sul mercato, c’è poi la CPU: sebbene si tratti di un Atom, il modello non è l’onnipresente N270 a 1,6 GHz che anima la stragrande maggioranza dei netbook, ma lo Z520. Questo chip si contraddistingue dal cugino per avere un clock di 1,333 GHz, un TDP di 2 watt (mezzo watt in meno) e il supporto alla tecnologia di virtualizzazione Intel VT. Con questa scelta Asus ha sacrificato qualcosa sul piano delle performance per migliorare l’autonomia, probabilmente anche per compensare l’assorbimento energetico supplementare del display touchscreen e dei componenti aggiuntivi, quali il ricevitore GPS.

Come dispositivo di storage, il nuovo mini laptop potrà utilizzare sia dischi a stato solido che hard disk.

Del T91 esisterà anche un modello con schermo da 10 pollici chiamato T101H. Questo netbook condividerà tutte le caratteristiche base del fratello minore, ma avrà l’onere/onore di proporre al pubblico un nuovo tipo di tastiera, all’apparenza molto simile a quella impiegata da Apple sui MacBook: i tasti avranno una sagoma più squadrata, con un profilo verticale che emergerà dal case e che, di conseguenza, donerà loro una corsa più lunga. Asus afferma che questa keyboard trasmetterà all’utilizzatore un miglior feeling, migliorando il comfort e la velocità di battitura.

Asus ha detto che l’Eee PC T91 raggiungerà il mercato tra un periodo di tempo compreso fra i tre e i sei mesi. Il T101H dovrebbe seguirlo a breve distanza.

Ultra Slim Mobile Notebook S121
Asus, “inventrice” del netbook, sembra confermare la tesi di AMD: sul mercato c’è posto anche per PC ultraportatili che, benché ispirati ai netbook, vantano schermi più grandi e maggiori risorse hardware a disposizione. Il primo esempio firmato Asus di questa nuova categoria di dispositivi è l’S121, con display da 12 pollici.

Asus definisce l’S121 un “Ultra Slim Mobile Notebook”, rimarcando dunque il fatto che, benché molto simile ad un Eee PC, l’S121 appartiene ad una categoria di laptop tutta sua, indirizzata ad un pubblico tipicamente più esigente. Questo primo modello di notebook ultrasottile integrerà la piattaforma Atom-based Menlow, un SSD da 128 GB (affiancato, eventualmente, da un hard disk), una tastiera full-size, processore Atom Z520, 1 GB di RAM, webcam VGA, connettività WiFi 802.11n, lettore di schede SD/MMC e sistema operativo Windows XP Home o Linux. In futuro Asus conta di estendere la capacità del disco flash a 512 GB.

Il sistema includerà anche la tecnologia Express Gate già vista sugli Eee Box, che permette di accedere quasi istantaneamente ad un ambiente Linux-based studiato ad hoc per la navigazione su Internet.

Prezzo e disponibilità sul mercato dell’S121 saranno annunciati più avanti.

Fonte: punto-informatico

Asus P552w: un PDA che si lascia toccare

ottobre 28, 2008 Lascia un commento

Asus ha appena annunciato al grande pubblico il nuovo PDA phone P552w. Si tratta essenzialmente di un palmare “tuttofare” che, in appena 105 grammi di peso, racchiude tecnologie e funzionalità all’avanguardia, capaci di stupire anche il pubblico più esigente.

Una volta acceso, l’Asus P552w si caratterizza immediatamente per l’esclusiva interfaccia touchscreen Glide, in grado di rendere la navigazione intuitiva e interattiva. Tramite la tecnologia Gester, alla base dell’interfaccia Glide, è, infatti, possibile sfruttare numerosi comandi di navigazione semplicemente muovendo le dita sul luminoso display da 2.8” QVGA. Sarà possibile, ad esempio, entrare e muoversi nella sezione denominata Anytime Launcher, che consente di accedere istantaneamente ai propri contatti, ai documenti recenti e ai messaggi con il solo tocco del polpastrello oppure scegliere una delle tante applicazioni multimediali già presenti. Tra le più interessanti, EziPhoto che assicura, oltre alla possibilità di ordinare cronologicamente le foto, anche quella di creare e sfogliare veri e propri album, e EziMusic, per la gestione dei brani musicali.

E’ basato su Windows Mobile 6.1 Professional e su una potente CPU a 624 MHz. Grazie alla connettività 3.5G HSDPA (3.6 Mbps), inoltre, il nuovo PDA phone firmato Asus garantisce un’elevata libertà di movimento, consentendo l’accesso ad Internet ovunque, per controllare la posta, chattare o navigare sui propri siti e blog preferiti. ASUS P552w consente poi di accedere alla rete senza fili anche collegandosi a punti di accesso Wi-Fi (standard 802.11b+g). E’ dotato, inoltre, di una fotocamera da 2 MegaPixel, un lettore MP3, una porta USB e uno slot laterale microSD con supporto SDHC.

ASUS P552w integra, inoltre, un ricevitore GPS (SiRF Star III) con antenna, che permette di utilizzarlo anche come un compatto ed avanzato strumento per la navigazione satellitare. Particolarmente interessante, poi, è la funzionalità Asus SMS Location Link che consente a due utenti di localizzarsi a vicenda tramite l’invio di un SMS sfruttando le informazioni fornite da Google Maps. La nuova proposta di ASUS mette poi a disposizione anche un RSS Reader, per essere aggiornati istantaneamente sulle novità pubblicate online, e diverse funzionalità in ambito multimediale, come ad esempio per semplificare al massimo l’accesso a video su YouTube o la ricerca di foto su Flickr.

A partire da Novembre sarà inoltre disponibile al pubblico a 349 euro IVA inclusa.

Fonte: tuxjournal