Archivio

Posts Tagged ‘apple’

Apple rilascia il firmware 4.0.1 [AGGIORNATO X4 – Link]

luglio 16, 2010 3 commenti

Da pochi minuti è disponibile al download il nuovo firmware 4.0.1 per iPhone. Per scaricarlo non dovrete far altro che lanciare iTunes e, qualora l’aggiornamento non venisse notificato subito dopo l’avvio del programma, cliccare su Verifica aggiornamenti nella scheda iPhone.

Questo aggiornamento minore del firmware dovrebbe contenere esclusivamente bug fixes e correzioni varie rispetto alla precedente versione. Il nuovo firmware pesa 378 Mb e il nome della build è 8A306. Abbiamo già avviato il download del nuovo iOS e non appena sarà completato provvederemo ad installarlo sui nostri dispositivi e a fornirvi maggiori informazioni a riguardo.

Ecco i link per eseguire il download diretto del nuovo firmware:

Segnaliamo che è stato rilasciato anche il firmware 3.2.1 per iPad.

Restate con noi!

Aggiornamento: come sempre, subito dopo Apple, tocca agli sviluppatori del panorama underground dire la loro in merito al nuovo firmware. Comex, come prevedibile, invita tutti gli utenti interessati all’unlock del proprio dispositivo a non aggiornare poichè il tool per il jailbreak da egli sviluppato non è ancora pronto. Il problema sorge a causa dell’aggiornamento della baseband che adesso arriva alla versione 05.13.05.

Aggiornamento 2: attualmente l’aggiornamento del firmware è disponibile esclusivamente per iPhone ed iPad. Non per iPod touch.

Aggiornamento 3: Comex su Twitter: “Al momento non c’è assolutamente alcuna ragione valida per aggiornare all’iOS 4.0.1. Aggiunge sltanto la nuova visualizzazione delle tacche di segnale. Non migliora la ricezione.”

Aggiornamento 4: a primo impatto il nuovo firmware risulta leggermente più veloce e stabile. Le tacche del segnale (nella loro nuova veste grafica) sono effettivamente diminuite ma, allo stesso tempo, se si prova a stringere il dispositivo con la mano esse non caleranno più come in passato.

Via iphoneitalia

L’iPhone 4 ha venduto 1,7 milioni di unità in tre giorni

Il caos delle prenotazioni è stato un buon indicatore del successo che avrebbe avuto, al momento della vendita, l’iPhone 4. Ma i dati potrebbero aver superato le aspettative. L’ultimo smartphone di Apple ha venduto quasi due milioni di unità in tre giorni, dal 24 al 26 giugno.

Le unità andate in prevendita sono state 600.000, il che significa che 1,1 milione di telefoni in più sono usciti dalle porte dei negozi Apple e dai punti vendita prima che il sole tramontasse sabato scorso, arrivando, così ad un totale di 1,7 milioni di iPhone 4 venduti. Per avere un termine di paragone, vi ricordiamo che nello stesso arco di tempo, l’iPhone 3G aveva venduto 1 milione di unità e lo stesso era successo con l’iPhone 3GS.

Il numero è ancora più impressionante se si considera che c’è qualcuno che l’avrebbe già comprato, se non aspettasse la versione bianca che uscirà a metà luglio. Se il boom di vendite che abbiamo visto con l’arrivo sul mercato internazionale dell’iPad è in qualche modo significativo anche per l’iPhone 4, aspettatevi grandi numeri in occasione dello sbarco in diciotto paesi previsto per il mese prossimo.

Via gizmodo

Welcome to iPhone 4 in 40 minuti di Video: ecco la VIDEORECENSIONE completa di iPhoneItalia!

Bene ragazzi! Giusto in tempo con il mio compleanno (da poco più di un’ora sono un anno più vecchio! Ahimè) e dopo un giorno intero dedicato al nuovo arrivato, ecco a voi la video recensione completa di iPhoneItalia di questo fantastico iPhone 4!

Premetto che l’ho voluta quasi tutta incentrare sulle differenze con il nostro amato iPhone 3GS che ne è il diretto predecessore e mi sembrava giusto congedarmi da lui in modo ufficiale, oltre che vero e proprio parametro di confronto con la qualità introdotta dal nuovo modello. Inoltre largo spazio lo abbiamo dato anche alle nuove funzioni presenti in iOS4 installato di default su iPhone 4.

La videorecensione è costituita da 5 parti, nelle quali ho cercato (e se ho dimenticato qualcosa me ne scuso) di abbracciare a tutto tondo quelli che sono i principali aspetti e caratteristiche di iPhone 4 nell’utilizzo classico a cui siamo abituati. La durata totale dei 5 capitoli è di circa 40 minuti! Buona visione a tutti e aspettiamo come sempre i vostri preziosi commenti.

Come sempre vi consigliamo di vedere i video alla massima risoluzione (480p) per goderveli meglio.

Ma cominciamo:

Parte 0: [Unboxing e caratteristiche esterne]

Parte 1 [Taglio e installazione microSIM]:

Parte 2 [Differenze tra iOS 4 su iPhone 4 e FW 3.1.3 su iPhone 3GS – Multitasking ed altro]:

Parte 3 [La fotocamera in azione]:

Parte 4 [Safari – Differenze esterne con iPhone 3GS]:

Parte 5 [Messaggi – iOS 4 – Immagini]:

E per finire vi lasciamo a un foto-confronto tra iPhone 3Gs e iPhone 4:

E queste sono alcune foto fatte subito dopo essere usciti dall’Apple Store di Londra:

Ed eccoci arrivati alla fine di questa lunghissima presentazione di iPhone 4, che ho voluto fare nel mio personalissimo stile che spero abbiate apprezzato. Ci tenevo a farla poichè dopo la bellissima spedizione a Londra per riuscire a prenderlo al Day One, avevo voglia di presentarvelo io stesso.

E come saluto non possiamo non chiudere con l’ormai mitico:

iPhoneItalia C’E’ ! Benvenuto iPhone 4!

Via iphoneitalia

Apple rende disponibile Safari 5

giugno 8, 2010 3 commenti

apple safari 5

Il comunicato stampa era uscito prima del dovuto, ma ora il sito americano di Apple è stato aggiornato ed offre effettivamente Safari 5. Molti di voi l’avranno potuto scaricare da Aggiornamento Software ancor prima del debutto ufficiale. Le novità sono quelle già anticipate nel nostro post precedente, cioè:

  • Safari Reader: una funzione che rimuove tutto il contesto delle pagine, pubblicità compresa, dando modo di sfogliare gli articoli dei siti. Quando una pagina è stata completamente caricata appare il tasto apposito nella barra degli indirizzi, cliccando si entra nella funzione di lettura agevolata. Il testo può essere ingrandito, stampato o inviato via mail.
  • Miglior supporto a HTML5: oltre 12 funzionalità HTML5 in più, come i video a schermo intero, i sottotitoli e i servizi di localizzazione.
  • Performance migliorate: granzie all’engine Nitro JavaScript la velocità aumenta del 30% rispetto a Safari 4, del 3% rispetto a Chrome 5.0, e del doppio rispetto a Firefox 3.6.
  • DNS Domain Fetching: quando siamo in una pagina che contiene link, Safari inizia a prepararsi per scaricarne il contenuto, velocizzando la navigazione. È stata velocizzata anche la gestione della cache.
  • Bing: il motore di ricerca integrato può usare Bing, con tanto di suggerimenti in fase di scrittura.
  • Safari Extension: arrivano le estensioni anche su Safari. Gli sviluppatori potranno realizzarle usando funzionalità HTML5, CSS3 e JavaScript aiutandosi con il nuovo Extension Builder. Le estensioni saranno approvate e firmate gratuitamente da Apple che ne verificherà la sicurezza, successivamente sarann.
  • Via melablog

    iPhone 4: scopriamo le caratteristiche tecniche e le immagini reali!

    giugno 8, 2010 1 commento

    Una lunga giornata, quella di ieri, che ha visto la nascita di un nuovo prodotto tecnologico destinato a fare storia: l’iPhone 4! Su iPhoneItalia vi avviamo praticamente raccontato tutto sul nuovo terminale, ed ora vogliamo soffermarci sugli aspetti più tecnici del dispositivo.

    “Mentre tutti si davano da fare per stare al passo con iPhone, noi ci siamo impegnati a creare nuove stupefacenti funzioni che rendono iPhone più potente, più facile da usare e più indispensabile che mai. Il risultato è iPhone 4. La cosa migliore che potesse capitare ad iPhone dalla nascita di iPhone.” Così esordisce Apple per presentare il nuovo iPhone. Ed  è davvero così!

    Le novità sono davvero tante e potete leggerle in questo articolo. Ora ci soffermiamo principalmente sulle caratteristiche tecniche.

    Il nuovo iPhone 4 è alto 115,2 mm, largo 58,6 e profondo 9,3 mm, per un peso totale di 137 grammi.

    Abbiamo due modelli: da 16Gb e da 32GB, ognuno disponibile nelle colorazioni bianca e nera.

    La fotocamera da 5mpx consente di registrare video HD (720p) fino a 30 frame al secondo con audio (approfondimento).

    La disposizione dei tasti è molto simile all’iPhone 3GS, ma cambia la loro conformazione:

    Questi invece i vari ingressi:

    Queste le caratteristiche del display (maggiori info):

    • Display Retina
    • Multi-Touch widescreen da 3,5″ (diagonale)
    • Risoluzione di 960×640 pixel a 326 ppi
    • Contrasto 800:1 (tipico)
    • Rivestimento oleorepellente a prova di impronte su fronte e retro
    • Supporta la visualizzazione simultanea di più lingue e caratteri

    Collegamenti rete:

    • UMTS/HSDPA/HSUPA (850, 900, 1900, 2100 MHz)
    • GSM/EDGE (850, 900, 1800, 1900 MHz)
    • Wi-Fi 802.11b/g/n (802.11n solo a 2,4GHz)
    • Tecnologia wireless Bluetooth 2.1 + EDR

    Sensori:

    • Giroscopio a 3 assi
    • Accelerometro
    • Sensore di prossimità
    • Sensore di luce ambientale

    Posizionamento:

    • GPS assistito
    • Bussola digitale
    • Wi-Fi
    • Rete cellulare

    Riproduzione audio:

    • Risposta in frequenza: da 20Hz a 20.000Hz
    • Formati audio supportati: AAC (da 8 a 320 Kbps), Protected AAC (da iTunes Store), HE-AAC, MP3 (da 8 a 320 Kbps), MP3 VBR, Audible (formati 2, 3, 4, Audible Enhanced Audio, AAX e AAX+), Apple Lossless, AIFF e WAV
    • Livello di volume massimo configurabile dall’utente

    Tv e Video:

    • Formati video supportati: video H.264, fino a 720p, 30 fps, Main Profile level 3.1 con audio AAC-LC fino a 160Kbps e 48kHz, audio stereo nei formati .m4v, .mp4 e .mov; video MPEG-4, fino a 2,5Mbps, 640×480 pixel, 30fps, Simple Profile con audio AAC-LC fino a 160Kbps e 48kHz nei formati .m4v, .mp4 e .mov; Motion JPEG (M-JPEG) fino a 35 Mbps, 1280×720 pixel, 30 fps, audio in ulaw, PCM audio stereo nel formato .avi
    • Supporto per 1024×768 pixel con adattatore da connettore dock a VGA; 576p e 480p con cavo AV Component Apple; 576i e 480i con cavo AV composito Apple

    Cuffie (presenti nella confezione):

    • Auricolari Apple con telecomando e microfono
    • Risposta in frequenza: da 20Hz a 20.000Hz
    • Impedenza: 32 ohm

    Batteria:

    • Batteria ricaricabile agli ioni di litio integrata
    • Ricarica tramite computer via USB o tramite alimentatore
    • Autonomia in conversazione:
      fino a 7 ore su 3G
      fino a 14 ore su 2G
    • Autonomia in standby: fino a 300 ore
    • Utilizzo di internet:
      fino a 6 ore su 3G
      fino a 10 ore su Wi-Fi
    • Riproduzione video: fino a 10 ore
    • Riproduzione audio: fino a 40 ore

    Contenuto della confezione:

    • iPhone 4
    • Auricolari Apple con telecomando e microfono
    • Cavo da connettore dock a USB
    • Alimentatore USB
    • Documentazione

    Supporto allegati e-mail:

    Tipi di documenti visualizzabili: .jpg, .tiff, .gif (immagini); .doc e .docx (Microsoft Word); .htm e .html (pagine web); .key (Keynote); .numbers (Numbers); .pages (Pages); .pdf (Anteprima e Adobe Acrobat); .ppt e .pptx (Microsoft PowerPoint); .txt (testo); .rtf (Rich Text Format); .vcf (contatti); .xls e .xlsx (Microsoft Excel).

    Infine l’iPhone 4 è stato realizzato cercando di rispettare al meglio l’ambiente. È stato infatti progettato con le seguenti caratteristiche che ne riducono l’impatto sull’ambiente.

    • Chassis senza PVC
    • Auricolari senza PVC
    • Cavo USB senza PVC
    • Laminati per circuiti stampati senza bromo
    • Display LCD senza mercurio
    • Vetro dello schermo privo di arsenico
    • Packaging realizzato per la maggior parte con fibre riciclate e materiali provenienti da fonti rinnovabili
    • L’alimentatore supera i più severi standard mondiali di efficienza energetica

    I prezzi sono di 699$ per il modello 32Gb e 599$ per il modello 16Gb. Disponibilità in Italia a partire da luglio, negli USA (ma anche in Francia e Germania) dal 24 giugno.

    Ora vi lasciamo con qualche immagine reale [fonte]:

    Via iphoneitalia

    iPad 3G: bello, veloce, costoso… ma che cos’è?

    Abbiamo riunito la famiglia di device che Apple ha lanciato sul mercato negli ultimi anni. Diversi i mercati, unico lo stile: dispositivi sottili, leggeri, touchscreen, belli da vedere, non proprio economici. L’iPhone aveva impiegato poche settimane per diventare la lepre da inseguire, l’iPod è diventato sinonimo di mp3. E ora c’è l’iPad. Già, ma cos’è davvero? iPad è una nuova tipologia di device digitale. Non è uno smartphone, perchè non nasce per telefonare, e il supporto alle reti 3G serve solo per i dati. Non è un netbook, perché tante delle cose che si possono fare con questi piccoli ed economici computer con l’iPad non si possono fare (ma è anche vero che con i netbook non si possono fare cose che iPad rende possibili). Non è nemmeno un ebook reader, né un lettore multimediale tout court (per gli MP3 e i video è ok, ma non tanto tascabile quanto un iPod). iPad fa un po’ tutte le cose consentite da questi device, ma non è in grado di sostituire nel pieno delle funzionalità (e per usabilità) nessuno di essi.

    E’ una prima importante considerazione. Perché ci si rende subito conto che la tavoletta magica di Apple (noi abbiamo provato la versione migliore in assoluto, 64 GByte con il 3G) apre un nuovo interessante mercato, è utile, fantastica da usare, ma purtroppo non consente di fare a meno di niente di ciò che si ha già. iPad offre l’illusione di poter lasciare a casa qualcosa, esalta per alcune apps particolarmente ben pensate, ma si capisce che tutti i device che già avete dovrete tenerveli, nemmeno uno potrà finire venduto su eBay senza rimpianti. E il gioiellino costa 799 euro, se solo aggiungete gli accessori necessari arrivate facilmente a sborsare 900 euro, se poi decidete di assicurare l’investimento… Ci siamo capiti.

    Via gizmodo

    iPad, l’iD-Day

    Nessun ostacolo per la tavoletta Apple: Giappone, Canada e Europa si mettono in fila. Mentre i produttori di contenuti pensano a come riempirlo per renderlo veramente utile.

    Esordio internazionale del’atteso iPad: Italia, Giappone, Francia, Canada, Spagna, Svizzera, Australia, Germania e Regno Unito stanno in queste ore spacchettando ufficialmente i primi tablet di Apple. E gli osservatori concordano nel ritenerlo un clamoroso successo.

    Anche in Gran Bretagna, Australia, Giappone e Italia si è assistito alle file che hanno caratterizzato il lancio statunitense. A Londra, tra i primi clienti a sfoggiare la tavoletta, anche la coppia di sposi più alta del mondo: vestiti da cerimonia, le altezze sono state applaudite dai commessi e dagli astanti. Forse in un’operazione commerciale da Guinness dei primati che su iPad arriva con una propria applicazione.

    A parte tali elementi di colore, con le che file hanno sempre caratterizzato l’uscita di nuovi prodotti con la Mela prendendo ormai la forma di un rituale pagano, i numeri sono tutti a favore di Cupertino, che già per l’alta domanda statunitense e il livello dei preordini aveva dovuto rinviare di un mese il lancio internazionale del prodotto.

    I modelli ordinati in anticipo erano in parte già arrivati nelle mani degli utenti, con qualche ora di anticipo sia rispetto alla data ufficiale sia, con buona pace degli utenti, all’avvio delle connessioni 3G predisposte dalle compagnie.

    Ottimi risultati anche in Giappone, dove iPad rischia di mettere in crisi i sentimenti nazionali di superiorità nel campo dei prodotti tecnologici: le prenotazioni sono state talmente elevate che Softband, il carrier a cui è abbinato in esclusiva, ha dovuto interrompere gli ordini appena tre giorni dopo il loro inizio. Anche i produttori di videogiochi Konami e Capcom stanno sviluppando versioni dei loro titoli di maggior successo, Metal Gear Solid e BioHazard, per il tablet touch di Apple.

    Ora che ce l’hanno fra le mani, gli utenti potranno decidere come utilizzarlo. Giuseppe Granieri parla per l’Italia di iPad come mangia-ereader: visto soprattutto come l’hype per la tavoletta sia coinciso con quello per gli ebook.

    Proprio tenendo d’occhio tale utilizzo le testate Rcs Corriere della Sera e Gazzetta dello Sport, così come Repubblica, La Stampa ma anche magazine fra cui quelli del Gruppo Edizioni Master hanno preparato applicazioni ad hoc per sfruttare il nuovo mezzo.

    L’applicazione di una rivista, Wired, d’altronde, è tra le più acquistate tra quelle a pagamento: disponibile da un giorno è già stata scaricata più di 24 mila volte (per un incasso complessivo di 120mila dollari, il 30 per cento del quale destinato a Apple). Gli osservatori non appaiono però eccessivamente entusiasti delle novità introdotte con la possibilità di advertising multimediale e le altre opzioni aperte dal mezzo.

    Allo stesso modo, come già aveva fatto Kindle, Barnes&Noble ha presentato la sua applicazione che rende compatibili e interscambiabili i contenuti del suo Nook sul tablet di Apple. Avrà le stesse funzionalità di sincronizzazione con i volumi letti su altri apparecchi (proprio come l’applicazione Kindle) e un’opzione particolare che permette di prestare un ebook ad un amico per un periodo di 14 giorni.

    Capitolo Flash: Time Warner e NBC Universal hanno dichiarato che non spenderanno tempo e soldi per convertire le loro librerie per bypassare Flash. Al contrario il New York Post ha annunciato di aver iniziato tale conversione.

    Intanto dalla Cina sono pronti con il primo clone: iPed, in vendita in Giappone ad appena 105 dollari è lievemente più pesante dell’originale, utilizza Android e monta un chip Intel.

    Via punto-informatico