Archivio

Archivio per la categoria ‘Streaming’

TvTube: per guardare la TV su Internet in Streaming

maggio 22, 2010 2 commenti

TvTube è un sito gratuito che permette di guardare la TV in streaming su Internet.

Fra i canali italiani troviamo: Canale 5, Rai 1, Rai 2, Rai 3, Rai Diretta, Rai Storia, Rai News 24, Rai Sport, Sky life TG24, SportItalia, Rocktelevision, Radio Deejay, RTL 102.5 e tanti tanti altri ancora… (qui trovate la lista completa dei canali italiani in ordine alfabetico).

I canali sono tutti ordinati in comode categorie in base al loro paese di provenienza oppure possono essere ordinati per popolarità, numero di visualizzazioni, in ordine alfabetico…

TvTube funziona alla perfezione con Internet Explorer su Windows, perchè sfrutta Media Player per la riproduzione dei canali in streaming; se invece siete su un altro sistema operativo e utilizzate ad esempio un browser diverso da IE come ad esempio Mozilla Firefox, il sito potrebbe richiedere l’installazione di alcuni plugins come Firefox Plugin for Windows Media Player o VLC player Mozilla Firefox plugin.

TvTube non richiede alcuna registrazione, si può iniziare fin da subito a guardare più di 1000 canali online (stranieri e italiani) in streaming dal web direttamente dal proprio browser.

Vai al sito di TvTube

Via ilarialab

Savevideo.me: sito per scaricare video da Youtube, Metacafe, Dailymotion ed altri…

marzo 22, 2010 20 commenti

Savevideo.me è un nuovo sito web con cui e’ possibile scaricare video dai diversi siti di video-streaming che la rete ci offre.

Savevideo.me al momento supporta: YouTube, Dailymotion, Metacafe, Veoh, Flickr, Google Video e Blip.tv.

//

//

Per utilizzarlo basta inserire un link di un video nell’apposito campo di ricerca (non ci si può confondere perchè è enorme) e cliccare su “Download” per ottenere il link del video scaricabile in FLV, MP4, MOV, AVI o 3GP.

Per aprire i file in formato .FLV è necessario un player apposito, per la riproduzione vi consiglio software gratuiti come VLC Player oppure GOM Player (se il video non dovesse avere l’estensione in .flv rinominatelo).

Savevideo.me è gratuito e non richiede alcuna registrazione.

via ilarialab

The Pirate Bay verso l’appello

In attesa dell’autunno giudiziario la Baia del P2P continua la sua avventura online e nelle aule di tribunale. TPB vince in Norvegia mentre l’ex-portavoce rilascia interviste via Skype. Per evitare l’arresto.

La Baia dei Pirati avrebbe dovuto trasformarsi in The Pay Bay, ed è invece finita come al solito a fungere da ritrovo per le numerose schiere di utenti abituati a condividere contenuti digitali su rete BitTorrent. Se la Baia rimane per molti versi immobile, tutto intorno a lei si muove, dai marosi delle cause legali (l’ultima delle quali conclusasi positivamente per il sito) alla nuova vita di ex-collaboratori d’eccezione.

Se nel loro paese natio il primo round del processo è stato assegnato all’industria multimediale, in Norvegia i tecno-contestatori svedesi incassano un’importante vittoria contro i desideri di censura della predetta industria rappresentata da IFPI e dall’organizzazione locale TONO. Entrambe le società di rappresentanza avevano chiesto, nel marzo del 2009, che il provider Telenor bloccasse l’accesso al sito della Baia pena il dover affrontare una causa in tribunale.

Al contrario di quanto successo in Italia, però, l’ISP ha affrontato IFPI e TONO davanti ai giudici che hanno infine sancito l’impossibilità di far rispettare il genere di imposizioni voluto dalle major. La recente decisione dell’Alta Corte norvegese ha lasciato ai legali dell’accusa la sola possibilità di ricorrere alla Corte Suprema del paese, ma IFPI e TONO dicono ora chiaro e tondo di non voler procedere oltre con la loro offensiva legale.

Secondo le dichiarazioni rilasciate dalle due organizzazioni, le chiarificazioni ricevute dai giudici circa la non esistenza, all’interno del sistema legale norvegese, di una norma capace di rafforzare le misure di blocco nei confronti di servizi come TPB è sufficiente a chiudere il discorso. Proseguire oltre sarebbe uno spreco di soldi e di tempo, e i legali dicono di voler meglio impiegare entrambe le risorse per chiedere al parlamento di chiudere il “buco legale” esistente e far recepire in pieno la direttiva sul diritto d’autore emanata dall’Unione Europea nel 2005.

The Pirate Bay vince in Norvegia, una buona notizia che dovrebbe servire a rincuorare i tre fondatori e l’uomo d’affari già condannati in Svezia mentre attendono, il prossimo 28 settembre, la possibilità di giocare un nuovo match in appello.

Di certo Peter Sunde, ex-portavoce della Baia ora impegnato a lavorare in una nuova start-up svedese, dimostra la baldanza e il tono derisorio di sempre mentre interviene via Skype a un’intervista per evitare di finire nelle galere federali degli States, paragonando TPB prima alla Coca Cola e poi allo zucchero (“ti fa male ma non puoi fare a meno di usarla”); e infine sparando su Google e sul fatto che a Mountain View lavorano solo “una gran massa di bugiardi”, “malvagi” fino al midollo e altresì impegnati a dare di sé un’immagine “bonaria” atta a nasconda la realtà dei fatti.

via punto-informatico

Anche su Facebook partono le olimpiadi di Vancouver

febbraio 12, 2010 1 commento

Winter Olympics Fan Page Oggi cominciano le olimpiadi invernali di Vancouver e il comitato organizzatore non poteva certo lasciarsi sfuggire l’opportunità di promuovere l’evento attraverso Facebook: rispetto a Torino 2006 – ed è pure comprensibile – in Italia l’attenzione per la manifestazione non sembra essere invece all’altezza delle aspettative.

Le opportunità del web 2.0 hanno intrigato il CIO, che ha predisposto persino delle spille ufficiali per i fan di Facebook (anche in francese, visto il bilinguismo del Canada): dopo Wolfram Alpha e Google Street View, Facebook è la terza piattaforma a essersi preparata degnamente per Vancouver 2010 — e tra quelle citate è sicuramente la più divertente per gli utenti.

Sì, perché oltre alla possibilità di vincere biglietti gratuiti per i prossimi eventi del CIO attraverso la condivisione delle proprie foto delle Olimpiadi – le migliori appariranno sul sito ufficiale del Comitato e su quello della manifestazione di Vancouver – come riportato dal blog di Facebook è anche possibile giocare un mini-videogame promozionale in Flash creato da Sega per sponsorizzare l’uscita del gioco per Xbox 360 e PlayStation 3.

via downloadblog

La 33esima America’s Cup in diretta integrale su YouTube

febbraio 11, 2010 Lascia un commento

Uno dei più attesi eventi sportivi dell’anno sarà trasmesso interamente su YouTube. Il blog ufficiale di YouTube ha annunciato che il canale dedicato alla 33esima edizione dell’America’s Cup di vela trasmetterà da Valencia tutte le fasi della competizione.

Per la prima volta per questo tipo di evento la copertura sarà live. Dunque dirette da Valencia e un ricco archivio di emozioni salienti, per futura consultazione. Il commento audio è molto approfondito e competente, ma purtroppo è solo in inglese.

Se le occasioni di godere di simili servizi su YouTube saranno sempre più numerose, avremo meno da obbiettare riguardo ai provvedimenti del nostro Governo che cercano di inquadrare il video sharing di Google come un’emittente televisiva a tutti gli effetti.

via downloadblog

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.