Archivio

Archive for the ‘CAD’ Category

AutoCAD 360 prime considerazioni

luglio 15, 2013 4 commenti

AutoCAD 360 è come già detto l’evoluzione di AutoCAD WS. Al contrario del suo predecessore che era disponibile solo con una versione gratuita, AutoCAD 360 ha tre piani. Uno gratuito “FREE“, una versione PRO con abbonamento mensile o annuale ed una versione PRO Plus con abbonamento annuale come si vede dall’immagine sotto.

 

AutoCAD 360 comparazione fonte immagine dal sito.

Per capere meglio del perchè e di quello che si vuole nonchè delle nuove funzionalità dalla “nuova” applicazione della Autodesk è stato creato un post apposito sul blog “AutoCAD 360 Post-Launch Feedback” .

Una delle novità introdotte in AutoCAD 360 è come la “penna intelligente” e i dispositivi qui supportati grazie anche alla collaborazione di Samsung ed al supporta nativo di Samsung S-Pen hovering e GALAXY S4 Air View, questo funziona in modo eccellente con i dispositivi facente parte della famiglia GALAXY (Vedi l’articolo sul blog ufficiale Boost your AutoCAD 360 experience with the Samsung’s S-Pen).

Effettuando l’accesso (previa regitrazione) per la versione web all’indirizzo app.autocad360 nel mio caso è la versione FREE, avremo a disposizione 5 GB di spazio, l’uso di Autodesk AutoCAD 360, una versione di prova gratuita di Rendering con il quale si possono creare immagini fotorealistiche e panorami e Live Map Data (vedere i termini di utilizzo) dove tramite una carta stradale, aerea o ibrida generata da un server cartografico online potremo inserirla in una finestra di AutoCAD.

Nell’immagine sotto possiamo vedere l’interfaccia iniziale della versione web, come si può vedere l’App porta ancora il nome di AutocAD WS.

Start versione web

Ad un primo e non approfondito approccio la nuova versione sembra molto più veloce e reattiva. Se abbiamo una buona ADSL è quasi come se stessimo usando una versione LT, e se in vuturo faranno in modo da supportare anche il 3D sarebbe fantastico. Possiamo caricare un dwg e questi viene salvato in automatico sul cloud e una volta terminato un lavoro possiamo esportarlo in diversi formati (vedi immagine sotto).

Schermata con la linguetta salva aperta.

In basso a sinistra è presente una riga da comando quei pochi comandi che ho potuto testare hanno tutti funzionati. In basso a destra abbiamo il pulsante “Condividi” con il quale condividere con altri il nostro lavoro.

In alto abbiamo i menu, e qua quello che mi è piacito di più è come detto prima la possibilità di collegare una mappa al disegno, basta andare alla linguetta “visualizza” e premere su Google Maps (vedi immagine sotto).

Per il resto è tutto molto semplice e veloce nell’utilizzo per chi usa la versione installabile del software.

Schermata con l'opzione Maps attivata

Non resta che provarlo anche se risulta ancora in Beta, visto poi che possiamo utilizzarlo anche con altri sistemi operativi essendo web-based come iOS e Linux oltre naturalmente a Windows. Va ricordato che AutoCAD 360 al contrario di WS che era basato su Flash, ora è basato su HTML5 e Java Script.

Via Garr8

Categorie:CAD Tag:, ,

Roomle, progetta la tua casa gratuitamente

Certamente al giorno d’oggi avere una casa propria è difficile, e diventa ancora più difficile quando si cerca di crearne una da capo. E certamente nei nostri pensieri c’è sempre quella tanto amata casa dei sogni, che ognuno vorrebbe realizzare.

Qui vediamo come creare un progetto della propria abitazione, per poi vederla realizzata virtualmente senza spendere nulla e senza affidarci a nessun esperto. Ci affideremo a Roomle, un’applicazione OnLine che ci permette di disegnare e sviluppare il progetto della nostra casa ideale.

Con Roomle tramite un interfaccia user friendly, sarà semplicissimo creare un progetto completo della nostra abitazione, infatti si parte dalla costruzione dei muri portanti, fino ad arrivare alla disposizione dei mobili, e alla costruzione dei piani superiori.

Creando un account su Roomle, del tutto free, avremo anche la possibilità di salvare il progetto in modo da continuarlo successivamente. Tramite questa applicazione nella fase finale abbiamo anche la possibilità di inviare il progetto tramite e-mail magari al nostro geometra o architetto.

Via geekissimo

Internal Design Application: arredare gli interni dell’appartamento con Sweet Home 3D

ottobre 16, 2009 Lascia un commento

L'interfaccia di Sweet Home 3D

Pianificare la posizione dei mobili all’interno di un appartamento non è più un problema. Sweet Home 3D è un software open source, scritto in java, che consente di arredare un appartamento virtuale su una piantina 2D, visualizzandolo in un’anteprima 3D.

Il programma, la cui ultima versione è stata rilasciata di recente, consente, attraverso una interfaccia molto semplice, di definire i confini perimetrali dell’appartamento, e, all’interno di esso, posizionare i mobili. Per ciascun elemento d’arredo è possibile specificare le proprietà: colore, dimensioni, posizione.

Sufficientemente vasto il set di mobili integrati nel software, e, per i più esigenti, oltre 250 modelli possono essere scaricati dalla rete e importati in SH3D.

In qualsiasi momento, è possibile modificare la vista dell’appartamento da 2D in 3D o in Virtual visit mode che simula la visione dell’utente dall’interno l’appartamento. L’utilizzo di texture dei muri e della mobilia, rende inoltre più realistica l’immagine in tre dimensioni.

Molto utile anche la possibilità di fotografare l’appartamento. E’ possibile anche esportare l’immagine in OJB allo scopo di migliorare il rendering con programmi quali ad esempio Blender

Le funzionalità di Sweet Home 3D possono inoltre essere estese attraverso plugin ovvero procedure in Java.

Fonte: Ossblog

ArchiCad, un’alternativa libera

agosto 7, 2009 20 commenti

Spesso si sente come i Cad disponibili non siano al livello di quelli commerciali.

Luca Bruno ha lanciato l’idea di sviluppare di una versione libera di ArchiCAD per architetti ed ingegneri. Come base per il futuro programma ha realizzato due progetti:

  • Corraza: un framework opengl per la modifica di oggetti 3d e l’esportazione a software per il ray tracing.
  • Spadi, una semplice applicazione GTK+ che gira sopra Corraza.

Il video che trovate in copertina sono una piccola dimostrazione dopo una settimana di sviluppo. Non c’è ancora del codice online, ma chiunque può partecipare al progetto contattando Luca.

Fonte: ossblog

Progettare gli interni della casa con Autodesk Dragonfly

adobe dragonflyAutodesk, storica software-house nota per AutoCad, ha da poco creato un servizio on-line dedicato all’arredamento, fuoriuscito dagli Autodesk Labs e presentato con il nome Dragonfly. Il sito è ben strutturato, per poter cominciare a lavorare non è necessario iscriversi. Si può partire da uno dei modelli già pronti per iniziare a sperimentare le funzionalità, oppure si può partire da una stanza vuota per poi procedere con la rifinitura delle pareti e degli arredamenti.

Il prodotto è basato sul massiccio uso di Flash e presenta un’interfaccia molto simile alle ultime versioni di Autocad, con strumenti intuitivi e largo uso del drag&drop. La funzione più interessante è la possibilità di ricorrere alla vista 3D degli ambienti che consente ugualmente una certa libertà di modifica degli elementi. In ogni operazione di spostamento e modifica compaiono degli utili suggerimenti con le dimensioni dell’oggetto e le distanze rispetto alle pareti, mentre gli arredamenti si adatteranno all’ambiente ruotando quindi in base alle pareti per seguirne l’orientamento.

La qualità della visualizzazione è di alto livello, l’aspetto degli elementi è fotorealistico ed è possibile salvare il proprio lavoro, stamparlo o inviarlo per mail previa registrazione. In realtà ciò che viene inviato è un link ad una pagina web, che permette quindi di poter collaborare on-line ad un progetto, visto che nulla è salvato in locale. Volendo si possono pubblicare le proprie creazioni in una galleria.

Fonte: downloadblog

esercitazioni AutoCAD on-line

febbraio 11, 2009 1 commento

impostazioni di base e supporto metodologico alla realizzazione di disegni con AutoCAD.

Queste lezioni sono state realizzate per cercare di fornire una impostazione di base ed un supporto metodologico alla realizzazione di disegni con AutoCAD.

L’argomento è di per sé sufficientemente vasto e complesso da necessitare ben più di una dozzina di lezioni per essere sviluppato completamente. Ciò non toglie che questi consigli possono costituire un valido supporto per chi si appresta ad iniziare, ma anche per coloro che hanno già una discreta esperienza di disegno con software CAD.

C’è da dire, inoltre, che come tutte le esperienze di questo tipo, anche questa è da considerarsi in progress, vale a dire che, a seconda delle necessità ed opportunità, le lezioni verranno ampliate successivamente fino a costituire uno strumento senz’altro più valido e completo di quanto oggi non sia.

Come già accennato queste lezioni vogliono fornire, più che altro,un metodo di base per impostare correttamente il lavoro con AutoCAD, rimandando ad altri testi, o allo stesso help di AutoCAD (che consideriamo senz’altro il manuale più completo), la descrizione puntuale ed esaustiva dei singoli comandi utilizzati.

Questa necessità nasce dal fatto che vi sono in commercio decine di manuali in cui viene descritto ampliamente cosa si può fare, ma in pochi viene descritto come e quando utilizzare quel comando al posto di un altro.

Il problema deriva essenzialmente dal numero possibile dei campi di applicazione di questo software che spaziano dalla meccanica al disegno grafico. Nel nostro caso tenteremo di fornire un metodo che riguarda principalmente la progettazione ed il disegno architettonico.

Detto questo, andiamo ad illustrare ciò che è stato realizzato finora.

Per iniziare

Abbiamo realizzato alcune lezioni introduttive necessarie per spiegare i principi fondamentali da cui parte il nostro metodo e sono costituite da:

Questioni di metodo

Un secondo gruppo di lezioni riguardanti più specificamente questioni di metodo:

10 Esercizi

Un terzo blocco costituito da esercitazioni da effettuare on-line:

Queste sono le lezioni inserite ad oggi.

Fonte: professionearchitetto

Mark on Call: designer d’interni con l’iPhone

febbraio 6, 2009 Lascia un commento

Mark on Call è la nuova applicazione sviluppata MoC Interior Deginger, grazie alla quale poter creare planimetrie dettagliate con tanto di arredamento per gli interni di un’abitazione.

markoncall_iphone

Titolo: Mark on Call. Prezzo: 7,99€. Dimensione: 1.5 Mb. Link AppStore.

Con questa applicazione si possono creare varie stanze, di diversa forma e dimensione, e aggiungere ornamenti architettonici, elettrodomestici e mobili di vario tipo.

immagine-15

Si possono anche utilizzare le immagini scattate dalla fotocamera dell’iPhone per riprodurre alcuni materiali e inserirli nel progetto, nonchè modificare ogni aspetto (come colore e grandezza) dei vari accessori inseriti.

Infine è possibile creare una lista della spesa di tutte le cose necessarie per completare il progetto e condividerlo con altre persone.

Fonte: iphoneitalia