Home > Mac, Notizie dalla rete > Anche la Cgil sposa l’iPhone

Anche la Cgil sposa l’iPhone

iPhone_CGIL_005.jpgAnche il principale sindacato italiano sbarca sull’iPhone. La Cgil, difensore dei diritti degli ultimi, ha deciso di far sentire la propria voce sullo strumento che, soprattutto in Italia, passa per essere uno status symbol dei primi. Senz’altro una semplificazione eccessiva, ma anche un’apparente contraddizione che non è certo sfuggita al sindacato. “La nostra è una scelta per guardare al futuro”, ci spiega Stefano Landini, segretario organizzativo della Cgil Lombardia. “Ovviamente manteniamo, e anzi ogni giorno intensifichiamo, i nostri canali tradizionali di comunicazione con i lavoratori, ma l’idea è proprio quella di aprirci anche ai canali del futuro prossimo. La scelta di esordire con l’iPhone non è certo modaiola, ma è legata unicamente a questioni tecnologiche. Presto la nostra applicazione, con tutti i suoi servizi, sarà disponibile anche per gli altri telefoni”.
iPhone_CGIL_000.jpgNel giorno in cui Apple si autocelebra con il record di due miliardi di download sui propri telefonini, ecco arrivare dunque anche l’applicazione Cgil Tv, scaricabile – gratis ovviamente – da iTunes. Dall’inconfondibile quadrato rosso comparso sul telefono si potrà quindi accedere a tutti i contenuti della Web Tv della Cgil Lombardia, esperimento pilota a livello nazionale nato 9 mesi fa. Trenta canali tematici che sono dedicati ai diritti sul lavoro, alle pari opportunità, alla scuola, ai pensionati, a pace e solidarietà. “E’ stato proprio il successo della tv su Internet a convicerci che la strada delle nuove tecnologie è quella giusta”, continua Landini. “Con questi strumenti anche il lavoratore più sperduto nel territorio e isolato può avere a portata di mano un contatto sicuro con la Cgil, i nostri servizi e i suoi diritti”.

Continua a leggere su corriere.it

  1. settembre 2, 2013 alle 2:38 am

    Fruits are seasonal in winter months may substitute peaches and strawberries with grapefruits,
    cantaloupe, kiwi or oranges. (If you don’t believe in your product or
    service, what are you doing trying to sell it. Because of the spice trade the
    Portuguese explorer, Vasco da Gama and his crew landed in
    Calcutta, India in 1498.

  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: