Home > hacking, Linux, OS > Approx: velocizzare gli aggiornamenti di Debian/Ubuntu con una cache APT

Approx: velocizzare gli aggiornamenti di Debian/Ubuntu con una cache APT

Debian logo

Il sistema di installazione/aggiornamento utilizzato da molte distribuzioni è indubbiamente una tecnologia utile: permette di risparmiare tempo nella ricerca delle versioni più aggiornate dei nostri pacchetti e si occupa di fare il lavoro sporco per noi.

Se però con gli eseguibili di Windows risulta più facile fare la copia di un software ed effettuarne l’installazione su un altro PC senza ripetere il download, con Linux il discorso si fa un po’ più complesso: quasi ogni package manager ha un sistema di cache ma condividerla tra più PC può essere un’operazione non banale.

Per gli utilizzatori di Debian/Ubuntu, fortunatamente, c’è una soluzione molto semplice: Approx.

Si tratta di un proxy/cache per APT che essenzialmente svolge due ruoli:

  • fornisce i pacchetti presenti nella sua cache;
  • scarica i pacchetti assenti nella sua cache passandoli ai client che ne fanno richiesta.

Se avete più di due PC con la stessa distribuzione abbatterete i tempi di download e alleggerirete il carico sui server della distribuzione.

L’installazione/configurazione è molto semplice: dopo aver dato

aptitude install approx

sul PC che fungerà da server (basta avere un po’ di spazio su disco) sarà sufficiente modificare il file “/etc/approx/approx.conf” e assicurarsi di avere una configurazione simile a

debian http://ftp.it.debian.org/debian/
security http://security.debian.org/debian-security
volatile http://volatile.debian.org/debian-volatile

#$interface any
#$port 9999
#$max_wait 10
#$max_rate unlimited
#$user approx
#$group approx
#$syslog daemon
#$pdiffs true
#$verbose false
#$debug false

Fatto questo, si andranno a modificare i file “/etc/apt/sources.list” dei client aggiungendo righe del tipo

deb http://IP_DEL_SERVER:9999/debian lenny main contrib non-free
deb http://IP_DEL_SERVER:9999/volatile lenny/volatile main contrib non-free
deb http://IP_DEL_SERVER:9999/security lenny/updates main contrib non-free

Lanciando

aptitude update

si potrà verificare il corretto funzionamento del nuovo proxy APT.

È possibile inserire queste righe anche nel file “/etc/apt/sources.list” del server stesso per fare in modo che sfrutti la sua stessa cache.

Con una rete 10/100 mbit si può arrivare a punte di 10 megabyte/secondo, rendendo praticamente istantaneo il download di aggiornamenti del kernel, openoffice o altri pacchetti di un certo peso.

Fonte: oneopensource

  1. agosto 27, 2015 alle 11:55 am

    Wow, that’s what I was looking for, what a stuff! present here at this weblog, thanks admin of this website.

  1. agosto 25, 2009 alle 9:40 pm

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: