Home > Notizie dalla rete > Richard Stallman su Windows 7 e Snow Leopard

Richard Stallman su Windows 7 e Snow Leopard

Richard Stallman

Le interviste a Richard Stallman sono sempre piacevoli da leggere. Quello che meraviglia è la capacità di quest’uomo di svincolarsi dalle domande che esigono una risposta prettamente tecnica, ed ad usarle come pretesto per parlare della sua ragione di vita: la libertà nel software.

Il nostro obiettivo è quello di dare agli utenti dei computer il controllo, cosa che non potranno mai avere se usano software proprietario. Quindi, noi auspichiamo un mondo in cui il software proprietario non ha ruolo.

Queste sono alcune delle parole pronunciate da Richard Stallman in una recente intervista rilasciata a Neowin.net.

Prendendo a pretesto i rilasci di Windows 7 e Snow Leopard che ci saranno nei prossimi mesi quelli di Neowin hanno posto qualche domanda a Richard Stallman che non ha perso l’occasione per l’ennesima “evangelizzazione”.

Ora, a parte le solite domande di rito relative al Free Software ed alle sue contrapposizioni nei confronti del software proprietario, la parte calda dell’intervista è la risposta a queste:

Cosa pensi che comporterà per il Free Software il lancio anticipato di Windows 7 e Snow Leopard? Lo influenzerà positivamente, negativamente o per nulla?

La risposta di Richard Stallman va subito al cuore del problema:

Windows 7 ha delle funzionalità “nocive”, proprio come Windows Vista. Queste includono funzionalità per la restrizione della libertà degli utenti (Digital Restrictions Management), una back-door per imporre i cambiamenti software (ndr il tool di auto-update), e forse qualche spyware come già accaduto nella versione precedente.

Mac OS è anche lui “maligno”: esso include il Digital Restrictions Management. I dettagli sono diversi, ma la situazione complessiva è la stessa. Non sei libero con Mac OS.

Da notare che Stallman, in perfetta coerenza con quanto già fatto e detto in passato, non usa il termine “Digital Rights Management” ma quello da lui elaborato: Digital Restrictions Management. Questo ad indicare la restrizione morale che il DRM impone alle persone, alle loro abitudini, alla loro vita. Non poteva essere più chiaro di così!

Fonte: oneopensource

  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. luglio 15, 2009 alle 1:26 pm
  2. luglio 16, 2009 alle 5:52 am

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: