Home > Open Source > Patto del Software Libero, un pinguino al parlamento europeo?

Patto del Software Libero, un pinguino al parlamento europeo?

linux ue

Il nostro prossimo rappresentante al parlamento europeo potrebbe essere un pinguino. No, tranquilli, non siamo usciti fuori di senno (non completamente, almeno). E no, la nostra classe politica non è ancora riuscita a candidare un essere vivente dotato di cotanta intelligenza.
Stiamo semplicemente parlando del mondo open source e dell’interessante iniziativa intrapresa dall’associazione francese “April” e dalla “Associazione per il Software Libero” italiana, le quali stanno invitando i cittadini del vecchio continente a sensibilizzare i candidati affinché questi ultimi firmino il cosiddetto Patto del Software Libero.
Il Patto del Software Libero è, testuali parole, un documento che consente ai candidati di dichiarare agli elettori la propria volontà di favorire lo sviluppo e l’utilizzo di Software Libero e di proteggerlo da eventuali normative sfavorevoli in seno alla Legislatura Europea.
Un’altra lodevole iniziativa che finirà con un buco nell’acqua? Nessuno di noi può dirlo, ma è interessante sapere che le gesta di questo temerario manipolo di protettori del pinguino non sono affatto una cosa nuova. Oggi, infatti, 72 firmatari del “patto” sono membri dell’Assemblea nazionale francese e qualcun altro è stato protagonista delle elezioni presidenziali italiane e francesi.
Insomma, dovessimo giudicare quest’iniziativa da quanto fatto finora, non ci sarebbe granché di cui esaltarsi. Ma a noi piace guardare avanti, quindi niente pregiudizi e dritti per la via che, di qui a qualche giorno, porterà i cittadini dell’Unione Europea ad eleggere un nuovo parlamento. Migliore o peggiore del precedente non si sa, sarà il tempo, eterno galantuomo, a dircelo.
Intanto, voi non esitate a dirci la vostra a riguardo. Cosa rappresenta e cosa rappresenterà questo Patto del Software Libero? Un importante punto di partenza per un nuovo modo di vedere il mondo informatico da parte della massa (quantomeno nella cosa pubblica), un modo come un altro per parlare di un mondo che – piaccia o meno – è ancora poco conosciuto dall’utenza comune o cos’altro?
A voi l’ardua sentenza.
Fonte: geekissimo
  1. ottobre 3, 2014 alle 12:40 am

    I do agree with all the concepts you have introduced to your post.

    They’re very convincing and can certainly work.
    Still, the posts are very short for beginners.
    May just you please lengthen them a little from subsequent time?
    Thank you for the post.

  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: