Home > Open Source, Tecnologia > L’Open Source si rivede sulle automobili

L’Open Source si rivede sulle automobili

light car open sourceAl Motor Show di Ginevra EDAG ha presentato il concept della sua “Light Car – Open Source”.

L’hardware Open Source non rappresenta una novità, Arduino su tutti, ma vedere un’ automobile avveniristica come questa essere associata all’ Open Source fa sempre piacere.

Anche se non è il primo esperimento di macchina Open Source, questo modello presenta varie caratteristiche innovative: i vetri che compongono la macchina sono formati da uno schermo OLED che permette, oltre alla normale illuminazione della strada, anche l’integrazione di messaggi informativi sullo stato delle viabilità e della strada alle vetture che la seguono, come un semplice schermo televisivo. La scocca è costruita in fibra di basalto, 100% riciclabile, ed è dotata di quattro motori elettrici agli ioni di litio in corrispondenza delle ruote.

Il prototipo è interessante ma bisogna valutare come viene interpretato il significato della parola Open Source: se implica che l’utente può modificare l’aspetto estetico della propria autovettura, con la personalizzazione dello schermo OLED, o se gli sviluppatori possono modificare ed implementare le tecnologie dell’auto.

Per osservare un video realizzato in computer grafica e per maggiori dettagli sull’automobile recatevi a questo sito specializzato in automobili.

Fonte: Ossblog

  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: