Home > Software, Tecnologia > Firefox, 20% di mercato e più privacy

Firefox, 20% di mercato e più privacy

La volpe di fuoco introduce una funzionalità per tutelare ulteriormente la riservatezza dei suoi utenti. E intanto festeggia la conquista del 20 per cento del mercato. La soluzione opensource di Mozilla piace sempre di più.

Il logo di Firefox“E’ ufficiale – dice il team di Mozilla – Firefox detiene ormai il 20 per cento del mercato mondiale. Congratulazioni alla Mozilla community“. In realtà la storica svolta avrebbe dovuto già avvenire a luglio, ma l’introduzione in beta del browser Chrome di Google ha ritardato il traguardo. In particolare la media di ottobre, secondo i dati raccolti da Net Applications per il browser Mozilla è stata del 19,7 per cento del mercato, toccando la punta del 20 per cento nella settimana che si è chiusa il 5 ottobre e il 20,06 per cento in quella che si è chiusa il 26 ottobre. A essere penalizzati dalla crescita esplosiva sono stati IE, che ha perso 7 punti, Safari di Apple, passata dallo 6,65 al 6,57 per cento del mercato (ma sempre ben posizionata) e Chrome di Google. ancora in beta, che ha chiuso ottobre con lo 0,74% del mercato browser, contro lo 0,78% di settembre.

Ma la verità è che l’avvento di Chrome e l’irresistibile ascesa di Firefox stanno minacciando soprattutto la leadership incontrastata di Internet Explorer, sempre primo nel mondo ma in forte declino rispetto all’anno scorso (in ottobre ha totalizzato la quota del 71, 27 per cento contro il 78,36 per cento dell’ottobre del 2007). Continua la lunga marcia del browser Mozilla dunque, ormai utilizzato da un utente su cinque secondo il report, che a giugno ha annunciato nei dettagli tutte le caratteristiche delle novità presenti in Firefox 3.1 riguardo il nuovo motore, la gestione dei dati personali e l’interfaccia, mentre i primi testers dichiaravano il loro entusiasmo e ribattezzavano Firefox 3 “Awesome Bar” (la barra irresistibile). Intanto arriva anche una nuova funzionalità per la navigazione privata, già presente su Safari e prevista su IE8 e su Chrome (ribattezzata allusivamente “Porn Mode”).

La funzionalità è nota come Private Browsing e si basa sull’esistenza di una modalità di navigazione protetta: una corsia parallela e più tutelata che non memorizza alcun dato relativo alla cronologia di navigazione, negando dunque la possibilità di tracciare le attività online. L’impegno sul fronte tecnologico, sul fronte privacy e anche sul fronte marketing è stato premiato. Ma, fa notare Wired, non è il più grande successo in assoluto per Firefox, che in alcuni Paesi del Vecchio Continente sfiora la percentuale di mercato del 30 per cento.

Fonte: visionpost

  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: