Home > Tecnologia > Zeno, il robot buono che salverà il mondo

Zeno, il robot buono che salverà il mondo

In grado di riconoscere le persone e di apprende in maniera “evolutiva” come Pleo, Zeno ha qualcosa in più per conquistare il pubblico: è protagonista di una storia che lo vede destinato a salvare il mondo dai robot ribelli.

Zeno (dal sito zenosworld.com)Asimo, Kaspar, Pleo e i loro simili. Ideati dall’uomo per aiutarlo e farlo divertire. Ma cosa succederebbe se i robot, in un futuro non tanto remoto, si ribellassero e sviluppassero una pericolosa propensione a prendere il posto del proprio creatore nel dominio della Terra?

Questa fantasia, già resa reale nel film Io robot, deve essere il peggiore incubo degli ingegneri robotici. Per dormire sonni tranquilli David Hanson ha deciso di creare Zeno, un robot filantropo che salverà il genere umano in caso di tentata ribellione da parte dei robot cattivi.

Zeno è un prototipo in continua evoluzione, un incrocio tra un puffo e Pinocchio: è alto circa 20 centimetri e, grazie a un software che costituisce il suo intelletto, ha già imparato a sorridere, ridere, piangere, ricordarsi la faccia delle persone e il loro nome (conserva in un archivio l’immagine di ogni persona che incontra). Secondo Hanson, ricercatore e designer esperto in robotica, Zeno potrà non essere ancora un supereroe nell’aspetto (in effetti è un po’ piccolo per combattere un’intera armata di robot ribelli…), ma lo è già in quanto a singolarità.

Infatti il piccolo droide, dalla faccia simpatica e un po’ birichina, non è solo circuiti e plastica ma è nato con un’avventurosa storia di corredo. Come se fosse il protagonista di un film, di un romanzo o di un cartone animato, i due scrittori Thomas Riccio e Tony Daniel gli hanno cucito addosso un’identità già bella e formata: Zeno viene dal futuro, ha preso coscienza di sé  nel 2029 e ha vissuto in un’accademia per robot dall’intelligenza artificiale.

Più che un automa, quindi, un pupazzo particolarmente intelligente e interattivo, che punta a conquistare il pubblico suscitando partecipazione e identificazione, e a diffondere la tecnologia umanizzata. Prima di mettere sul mercato questo nuovo compagno di giochi, il suo creatore punta a risolvere alcuni problemi tecnici (durata delle batterie in primis) e a portare Zeno a formulare teorie proprie sul mondo: combinando questa capacità con la conoscenza disponibile sul web, allora il nostro supereroe sarà veramente unico e superintelligente.

Secondo Hanson potremo portare a casa Zeno entro il 2010, per la modica cifra di circa 300 dollari.

Fonte: visionpost

  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: