Home > Mac, Tecnologia > Tutti (o quasi) i peccati dell’iPhone 3G

Tutti (o quasi) i peccati dell’iPhone 3G

Il significato di questo articolo è motivato principalmente dalle molteplici richieste pervenute al sottoscritto riguardo il mio punto di vista sui presunti o reali difetti del nuovo cellulare UMTSW di Apple. Una premessa è d’obbligo, non avendo avuto ancora modo di provare personalmente il dispositivo in questione (al contrario del modello 2G), tutto quanto descritto di seguito è frutto di informazioni fornite da amici e colleghi, anche molto esperti, che hanno acquistato e testato il prodotto, o di quanto reperito in rete sui siti specializzati.

Nel titolo dell’articolo è stata volutamente utilizzata la parola “peccati” al posto di “difetti”: infatti per il popolo degli insoddisfatti (o delusi) dal nuovo gadget della mela sembra che tali siano le sue principali mancanze. A a mio avviso però, queste sono più volute da una attenta campagna di marketing, che da dimenticanze progettuali.

Ma andiamo ad elencare con ordine:

  • Non e’ possibile creare, inviare e ricevere MMSW.
    Qualcuno mi ha fatto notare che nei paesi civilizzati sarebbe auspicabile utilizzare l’invio di email (con allegati) al posto dei messaggi multimediali. Sono parzialmente d’accordo: il fatto è che l’invio di email con allegati anche non troppo pesanti, parte dal presupposto che si possa usufruire di una flat per la connessione dati dal costo conveniente (ipotesi attualmente utopica perlomeno in Italia). E’ anche vero, però, che gli MMS fanno parte del supporto ad uno standard riconosciuto; non supportarli significherebbe negare, anche se solo in parte l’aderenza a quello standard. Apple è famosa per non aderire a questi ultimi ma, in questo caso è in buona compagnia; infatti anche l’i-modeW ad esempio, non supporta gli MMS. Ma questa è un’altra storia.
  • Un solo allegato per messaggio di posta elettronica.
    E’ incredibile, ma è così. Mi auguro in un rapido aggiornamento del firmware che risolva questa assurdità.
  • Non è possibile inoltrare gli SMSW.
    Non è una funzione vitale, ma ormai è di serie anche sugli apparati da poche decine di euro. La mancanza è inspiegabile.
  • Non sono supportati i messaggi multipli (ovvero con più di 160 caratteri).
    Gli stessi dispositivi economici già citati sono in grado di supportare l’assemblaggio automatico dei cosiddetti long message, o messaggi concatenati (ovvero un unico lungo messaggio di testo composto da fino a 4 SMS da 160 caratteri ciascuno).
  • Non e’ possibile creare filmati.
    Non mi sembra un difetto essenziale. Certo che se si vende il prodotto come un centro di connettività multimediale, allora l’assenza ha tutto un altro valore.
  • Non e’ possibile usare il telefono per connessione dati.
    Questo è già un pochino più grave: se si vuole utilizzare l’iPhone come modem UMTS si dovrà rinunciare.
  • La connettività BluetoothW e’ utilizzabile solo per il profilo cuffia auricolare.
    E’ una pratica diffusa su molti apparati, soprattutto su quelli brandizzati dagli operatori. In questo modo si spinge l’utente a scaricare contenuti aggiuntivi tipo suonerie, immagini, wallpaper e quant’altro, utilizzando i servizi on line offerti dall’operatore stesso (naturalmente a pagamento). Non mi meraviglia affatto la scelta (anzi mi sarei stupito del contrario)

Continua a leggere su cristianofino

    1. Non c'è ancora nessun commento.
    1. No trackbacks yet.

    Lascia un commento

    Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

    Logo WordPress.com

    Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto Twitter

    Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto di Facebook

    Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

    Google+ photo

    Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

    Connessione a %s...

    %d blogger cliccano Mi Piace per questo: